Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 10 gennaio 2020

Il più antico disegno di Venezia | Al Reina Sofía entrano le affiches | Raffaello: già 10mila prenotazioni | La giornata in 9 notizie

Il disegno scoperto nel manoscritto di Niccolò da Poggibonsi. Cortesia University of St. Andrews. Con il permesso del Ministero per i Beni e le Attività culturali e il Turismo e della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Scoperto il più antico disegno raffigurante la città di Venezia. La più antica rappresentazione figurata da mano umana è un disegno realizzato da un pellegrino italiano nel XIV secolo sulla strada per Gerusalemme. L’opera è stata scoperta dalla storica dell’arte dell’Università scozzese di Saint Andrews Sandra Toffolo alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, durante le ricerche per un suo prossimo libro sulle rappresentazioni rinascimentali della Serenissima. [artnet.com]

Il Reina Sofía punta sui manifesti d’epoca. Il Museo Nacional Reina Sofía ha acquistato all’asta 61 manifesti pubblicitari della fine del XIX e degli inizi del XX secolo, per 38mila euro, presso la casa d’aste Soler Y Llach di Barcellona. Tra gli autori delle affiches vi sono Josep Renau, Josep Obiols e Ramón Casas. «L’ingresso di queste opere fa parte di un progetto del museo che ha l’obiettivo di integrare nelle collezioni permanenti il manifesto come paradigma dell’oggetto artistico al servizio della società», ha dichiarato Rosario Peiró, la direttrice del dipartimento collezioni del museo. [El País]

Raffaello: già 10mila prenotazioni. Si preannunciano record per «Raffaello», la mostra in programma dal 5 marzo alle Scuderie del Quirinale a Roma. Nelle prime 48 ore di prevendita si sono già registrate 10 mila prenotazioni. Le richieste arrivano anche dalla Corea, dal Giappone e dagli Stati Uniti, oltre che da tutti i Paesi europei. [Ansa]

Nel 2019 il Ministero della Cultura spagnolo ha speso 3 milioni in arte. Nel corso dell'anno passato il Ministero della Cultura spagnolo ha investito circa 3 milioni di euro (per la precisione, 2.951.667) in acquisti d'arte per le collezioni pubbliche statali, con un aumento del +41,8% rispetto al dato omologo dell'anno precedente. [El País]

Il debutto di Bolaffi nel settore immobiliare. La società torinese Bolaffi, attiva finora come casa d’aste, inizia, in collaborazione con Investitalia, un’attività di vendite all’asta private nel settore immobiliare. Il primo appuntamento è fissato per il 22 aprile. [Il Sole 24Ore]

Stop alla rimozione dell’ovovia del Ponte di Calatrava a Venezia. Su richiesta del Comune di Venezia il Tribunale della città lagunare ha disposto un accertamento tecnico preventivo sull’ovovia che avrebbe dovuto garantire l’accessibilità sul ponte di Calatrava, ma che non ha mai funzionato. Finché la squadra di ingegneri non avrà concluso il lavoro, la struttura (costata 1,7 milioni di euro) non può essere toccata. Il Comune potrebbe chiedere i danni al progettista. [Il Gazzettino]

Un giornalista francese racconta Venezia. Jérôme Gautheret, corrispondente di «Le Monde» in Italia e residente part-time a Venezia, racconta questa città che cerca di reinventarsi, all’indomani delle drammatiche giornate di «acqua alta» che ne hanno evidenziato tutte le fragilità. [Le Monde]

Le sette meraviglie di Torino per Forbes. «Torino è una delle città più importanti d'Italia ma nonostante le numerose attrazioni, rimane una destinazione non sempre nota ai viaggiatori americani». Inizia così l'articolo che Forbes ha voluto dedicare al capoluogo sabaudo, indicando sette luoghi della città da non perdere. Sono Palazzo Reale, Palazzo Madama, la Mole Antonelliana, Palazzo Carignano, gli appartamenti dei Principi di Carignano, il Museo Egizio e la Reggia di Venaria. [La Stampa]

Sei nuove «pietre d’inciampo» sotto la Mole. Il 14 gennaio l’artista tedesco Günter Demnig poserà sei nuove «Stolpersteine» («Pietre d’inciampo») nel centro di Torino, per ricordare altrettanti torinesi uccisi nei campi di sterminio nazisti. Il numero totale di queste «pietre» sale così a 114. [La Stampa]

Redazione, edizione online, 10 gennaio 2020


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012