Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 1 ottobre 2019

La fontana di Kara Walker | I tulipani di Jeff Koons | La scomparsa di Giuseppe Campos Venuti | La giornata in 13 notizie

La fontana realizzata da Kara Walker per la Turbine Hall della Tate Modern a Londra. Foto di David Levene tratta dal sito del quotidiano britannico «The Guardian»

Un monumento antischiavista. Apre al pubblico domani l'installazione del 2019 nella Turbine Hall della Tate Modern di Londra (e sarà visibile fino al 5 aprile 2020). Quest'anno tocca all'artista americana Kara Walker, che ha realizzato una fontana alta 13 metri («Fons Americanus») che si ispira al memoriale per la Regina Vittoria di fronte a Buckingham Palace, declinandolo però in senso antischiavista. L'opera, secondo l'artista stessa, «potrebbe contribuire a innescare una riconsiderazione radicale dei monumenti pubblici in Gran Bretagna». [The Guardian]

I tulipani di Koons profumano di scandalo. L'inaugurazione, venerdì prossimo di fronte al Petit Palais di Parigi, dell'installazione «Mazzo di tulipani», donata dall'artista americano Jeff Koons alla città come memoriale per gli attentati del 2015, è l'occasione per ritornare su quattro anni di polemiche, che hanno svariato da questioni riguardanti l'occupazione di suolo pubblico alla presunta malafede dell'artista, che non ha chiesto denaro per la sua opera ma che di fatto ottiene in questo modo pubblicità gratuita. [Le Figaro]

L'uomo che ridisegnò Bologna. È scomparso il 29 settembre a 93 anni l'architetto e urbanista Giuseppe Campos Venuti, protagonista negli anni '60 del riassetto urbanistico di Bologna. Militante del Pci, il suo nome resta legato al suo primo libro, il più importante, intitolato Amministrare l'urbanistica (1972). [la Repubblica - Bologna]

Al Mibac tornano (consulenti) D'Andrea e Pasqua Recchia. L'ex capo di Gabinetto di Dario Franceschini Giampaolo D'Andrea e l'ex segretario generale Antonia Pasqua Recchia ritornano nello staff del Mibac, ora come consulenti, rispettivamente per le relazioni istituzionali e sindacali e per la ricostruzione post sisma. [AgCult]

2020 senza Raffaello per il V&A. Il Victoria and Albert Museum di Londra ha annunciato la chiusura per gran parte del prossimo anno di uno dei suoi spazi più famosi, quello che ospita anche i lavori preparatori di Raffaello per gli arazzi commissionati da papa Leone X nel 1515. Per le sale si tratta del primo grande rinnovamento in oltre 25 anni. [The Guardian]

Non c'è bisogno di ritoccare la Costituzione per Greta. Il recente allarme per il tema del riscaldamento globale non deve diventare, secondo Salvatore Settis, un pretesto per mettere mano alla Costituzione Italiana da parte dei nostri politici. Nella Carta Costituzionale infatti ci sono già articoli a sufficienza per tutelare clima e paesaggio, senza bisogno di cambiare nulla. [il Fatto Quotidiano]

Vacanze in un centro artistico. Il filantropo e collezionista Eduardo Neira è il creatore nel mezzo della giungla messicana di «Azulik Uh May», un insolito luogo di villeggiatura vicino al mare, costruito sotto una grande cupola asimmetrica che combina la forma delle tradizionali residenze locali con ispirazioni a Gehry e a Lloyd Wright, dove i clienti alloggiano in lussuose cabine tra le opere di Miriam Cahn e Ernesto Neto. [El País]

Lavazza premiata per la street art. Grazie a un progetto di street art a Torino viene assegnato alla Lavazza il premio internazionale «Res Publica» 2019, destinato a singoli, associazioni o Fondazioni che si prodigano per il bene comune. Il riconoscimento sarà consegnato a Francesca Lavazza il prossimo 27 ottobre. [Corriere della Sera]

L'ambizione di Lasvignes per il Pompidou. Poco conosciuto quando fu nominato nel 2015 presidente del Centre Pompidou, a un anno dalla fine del suo mandato Serge Lasvignes torna a parlare dell'istituzione parigina, sostenendo che attraverso l'arte contemporanea deve avvicinarsi alla gente comune, ma senza diventare lo showroom di mostre blockbuster. [Le Monde]

L'Arca un po' meno perduta? I recenti scavi presso un nuovo sito archeologico nell'area di Gerusalemme potrebbero far luce sulla reale esistenza del mitico e misterioso tesoro dell'Arca dell'alleanza, menzionata nella Bibbia e fonte di ispirazione per la cultura, anche popolare, per secoli. [Le Monde]

Un'etnologa ai vertici del Goethe Institut. Dopo una carriera tra l'Africa e la Germania, l'etnologa Carola Lentz corona il suo percorso con la nomina, a partire da novembre 2020, a presidente generale del Goethe Institut. È la seconda donna (dopo la studiosa del diritto Jutta Limbach) a ricoprire questa carica. [Frankfurter AZ]

Si torna a suonare a Weikersheim. Riapre con un'acustica significativamente migliorata, dopo un intervento di ammodernamento da 14,1 milioni di euro, la TauberPhilharmonie di Weikersheim, cittadina del Baden-Württemberg in Germania. Il concerto inaugurale sarà tenuto dalla Filarmonica dei giovani di Würzburg. [Frankfurter AZ]

Pistoletto testimonial d'eccezione. Marina Paglieri ha intervistato Michelangelo Pistoletto sulle possibilità di Biella di venire accolta fra i patrimoni dell'Unesco. Questo martedì l'artista sarà a Parigi a un incontro all'Istituto Italiano di Cultura per sostenere la candidatura della sua città d'origine. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 1 ottobre 2019


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012