Giorno per giorno nell’arte | 1 marzo 2022

Il Grand Egyptian Museum del Cairo è pronto al 99% | Amsterdam restituisce un Kandinskij razziato | Il Museo d’Arte di Beirut ha finalmente aperto i battenti | Completo riallestimento per il Museo di Palazzo Davanzati a Firenze | La giornata in 18 notizie

Il complesso del Grand Egyptian Museum a Giza. Foto: Ministero del Turismo e delle Antichità, Egitto
Redazione |

Il Grand Egyptian Museum del Cairo è pronto al 99%. A sentire i funzionari del Governo egiziano, l’attesissimo nuovo museo situato presso le Piramidi di Giza aprirà probabilmente a novembre di quest’anno. [The Art Newspaper]

Il Municipio di Amsterdam restituisce un’opera di Kandinskij agli eredi del legittimo proprietario
. «Dipinto con le case», esposto allo Stedelijk Museum nella città olandese, è oggetto di discussione dal 2013 tra il Comune della capitale olandese e la famiglia Lewenstein. [El País]

Il Museo d’Arte di Beirut ha finalmente aperto i battenti. Dopo sette anni di «stop and go» il Beirut Museum of Art è accessibile al pubblico con le sue collezioni (circa 2mila opere) di arte moderna e contemporanea. La costruzione dovrebbe però terminare entro il 2026. [ArtNews]

Dopo oltre venti anni dall’ultimo intervento conservativo, il Museo di Palazzo Davanzati si appresta ad affrontarne un altro, che lo vedrà, all’inizio dell’estate, completamente riallestito. Il museo rimarrà infatti chiuso al pubblico dal 21 marzo fino al 23 giugno compreso per permettere di riallestire il percorso museale, senza in alcun modo stravolgere le finalità espresse già agli inizi del Novecento da Elia Volpi e poi nel 1956 con l’apertura del Museo statale della casa fiorentina antica, con l’obiettivo di restituire alla città una dimora del Trecento con la sua architettura originale e le stupende decorazioni murali che ne arricchiscono gli spazi interni. I lavori straordinari di riallestimento sono finanziati dal MiC con 500mila euro. [Elena Franzoia per «Il Giornale dell’Arte»]

Per la guerra in Ucraina, gli artisti ridiscutono i loro impegni in Russia. Istituzioni ed enti culturali hanno iniziato a cancellare mostre, tournée, spettacoli e concerti in Francia e in Europa, mentre a Mosca e San Pietroburgo fioccano le dimissioni. [Le Monde]

Una fondazione privata tedesca, la Stiftung für Kunst und Kultur di Bonn, chiede alla Tretjakov Gallery di Mosca di chiudere la mostra che insieme i due enti organizzano «come gesto di protesta» contro la guerra in Ucraina. Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha ritirato il proprio sostegno all’esposizione, che si intitola «Diversity United». [The Art Newspaper]

Sono giunti a compimento i lavori di restauro illuminotecnico nella Basilica di S. Antonio di Padova promossi dalla Veneranda Arca di S. Antonio, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e di iGuzzini, sponsor per l’illuminazione. Grazie a sistemi tecnologici innovativi e a basso impatto ambientale acquistano così una nuova visibilità la cappella del beato Luca Belludi e la cappella di San Giacomo (patrimonio Unesco), il presbiterio, con i bronzi di Donatello, Bartolomeo Bellano e Andrea Riccio, e la cinquecentesca cappella dell’Arca.

A Roma all’Esquilino è nato MusEQ, un «progetto-laboratorio» che permette di visitare i luoghi in modo transmediale, scoprendo nel quartiere itinerari culturali inediti. Ideato e sviluppato da GruppoMeta, con l’appoggio delle associazioni Piazza Vittorio Aps, Esquilino Chiama Roma, la collaborazione del Museo Nazionale Romano e della Centrale Montemartini e il patrocino di Enpam, il progetto, presentato il 28 febbraio, coinvolge musei che ospiteranno stazioni interattive sviluppate ad hoc. [Ansa]

Icom Italia promuove, con il sostegno di Wikimedia Italia e in collaborazione con Creative Commons Italia, due premi: il Premio Museo Open Culture Italia 2022, dedicato ai progetti di valorizzazione del patrimonio tramite l’adozione di strumenti per il pubblico dominio e di licenze Open Access e il Premio Ricerca Open Culture Italia 2022, per le pubblicazioni scientifiche, in lingua italiana o inglese, relative ai vantaggi dell’adozione di strumenti per il pubblico dominio e di licenze Open Access in ambito culturale. [AgenziaCult]

A Fermo è stato riaperto al pubblico, dopo i lavori di adeguamento e restauro post sisma, il percorso completo del polo civico museale del trecentesco Palazzo dei Priori. La visita comprende la Sala del Mappamondo, che contiene il più antico fondo della Biblioteca Comunale, nella quale sono ospitati il globo terracqueo eseguito nel 1713 dall’abate fabrianese Amanzio Moroncelli e due capolavori del XVII secolo: l’«Adorazione dei Pastori», capolavoro giovanile di Pieter Paul Rubens realizzato al termine del suo soggiorno italiano e riscoperto nella Chiesa di San Filippo da Roberto Longhi, e la «Pentecoste» di Giovanni Lanfranco. Il «viaggio» comprende anche le opere di Vincenzo Pagani e Vittore Crivelli, il ciclo di affreschi di Andrea Boscoli e il prezioso arazzo raffigurante l’«Annunciazione», basato su un cartone quattrocentesco preparato dal fiammingo Giusto di Gand. Nei lavori di adeguamento della Pinacoteca è stata prevista anche la climatizzazione per le tavolette con le «Storie di santa Lucia» di Jacobello del Fiore, capolavoro del Gotico internazionale, grazie a un finanziamento del Comune di Fermo. [Marta Paraventi per «Il Giornale dell’Arte»]

Carlo Ratti
, architetto e ingegnere laureato al Politecnico di Torino e docente del Mit di Boston, sarà il responsabile tecnico del progetto sulla candidatura di Roma all’Expo 2030. Sarà il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, a proporre il 3 marzo a Dubai il nome dell’architetto, esperto di innovazione urbana basata sulla sostenibilità. Proprio Ratti è uno dei curatori del Padiglione Italia, tra economisti, politici e imprenditori, alla rassegna che si svolge negli Emirati Arabi. La decisione finale su chi avrà l’organizzazione dell’Expo 2030 sarà presa a fine 2023 dai paesi del «Bureau International des Expositions». L’area romana individuata per l’Expo sembra essere Tor Vergata, location in grado di soddisfare i parametri richiesti. La scorsa settimana la zona è stata visitata da numerosi tecnici, studiosi, esperti, docenti dell’Università di Tor Vergata. Nulla di ufficiale per ora, ma la zona offre comunque molte potenzialità di sviluppo: è vicina al Raccordo, all’autostrada per Napoli e all’aeroporto di Ciampino. La località è stata a lungo anche al centro di polemiche: non è stata scelta per i Mondiali di Nuoto del 2009, che si sono svolti invece al Foro Italico lasciando in eredità a Tor Vergata la vela di Calatrava non finita. Fallita anche la candidatura alle Olimpiadi del 2024, ritirata tra mille polemiche, nel 2016, dalla giunta comunale di Virginia Raggi. Anche il conflitto in Ucraina ha complicato la scelta della città dell’Expo 2030: tra le cinque città candidate, oltre a Roma, c’erano Ryad, Busan (Corea del Sud), Mosca e Odessa. [Tina Lepri per «Il Giornale dell’Arte»]

La Fondazione Crc di Cuneo si impegnerà quest’anno nella tutela e nella valorizzazione dell’opera ceramica di Cesare Peverelli (Milano 1922-Parigi 2000), poco nota e realizzata Oltralpe. Tutto nasce da una donazione di Michel Ribero, erede di origine cuneese di una manifattura ceramica attiva a Vallauris, la città resa celebre dai vasi e piatti di Picasso. Così il Piemonte conserverà la quasi totalità degli oggetti fittili dell’artista «avanguardista» italo-francese, e li mostrerà quest’anno, in occasione del centenario della sua nascita. [Emmanuele Bo per «Il Giornale dell’Arte»]

Un antico registro comunale del Settecento, rubato e messo in vendita su Facebook, è stato recuperato dal Nucleo Tpc dei Carabinieri. Il libro, dal valore di oltre mille euro, è un antico registro storico del comune di Ciciliano, territorio della provincia di Roma, risalente all’anno 1786. Il volume era stato rubato in data imprecisata, decine di anni fa. [RomaToday.it]

La Veneranda Fabbrica Ambrosiana, complesso che ospita una Biblioteca, una Pinacoteca e un’Accademia, ha un nuovo segretario generale: Antonello Grimaldi. Il funzionario entra in carica dal primo marzo. Campano, classe 1966, milanese d’adozione, manager pubblico, ha diretto l’Unità di Supporto Specialistico Comunicazione, Relazioni Istituzionali e Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Grandi scoperte, scenari mozzafiato, immagini inedite: archeologia, arte e ambiente nella IV edizione di «Firenze Archeofilm», il festival internazionale organizzato dalla rivista Archeologia Viva (Giunti Editore) che si tiene dal 2 al 6 marzo al Cinema La Compagnia di Firenze. Sono 60 i film in concorso, con anteprime nazionali e proiezioni non stop, dalla mattina alla seconda serata. Vi saranno ospiti internazionali e incontri con i registi. [MyMovies.it]

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo intervista l’artista brasiliana Ana Lisa Egreja, autrice di una «capsule collection» per «vestire» la tavola. L’obiettivo no profit è sostenere i giovani artisti. [Il Sole 24 Ore]

Mostre che aprono
Promossa dalla Cineteca di Bologna, nell’ambito delle celebrazioni del Comune di Bologna e di quelle del Comitato nazionale per il Centenario della nascita di Pasolini, con il patrocinio di Alma Mater Studiorum Università di Bologna, il sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Emilia-Romagna, la partnership con Tper e Trenitalia Tper, e curata da Marco Antonio Bazzocchi, Roberto Chiesi e Gian Luca Farinelli, la mostra «Pier Paolo Pasolini. Folgorazioni figurative» è aperta al pubblico dal primo marzo al 16 ottobre nei nuovi spazi espositivi del Sottopasso di Piazza Re Enzo a Bologna.

Dal primo marzo al primo maggio il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita «Uno sguardo sulla nostra storia», una mostra che presenta 30 fotografie di grande formato di Maurizio Galimberti (Como, 1956). Ambassador Fuji dal 2017, il fotografo si è affermato grazie alle sue composizioni a mosaico, realizzate con macchine fotografiche istantanee, in cui il soggetto, sia esso una persona o una porzione di città, viene scomposto in numerosi scatti, spesso corrispondenti a diverse prospettive, e ricomposto in un’immagine sfaccettata. A cura di Denis Curti.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione