Giorno per giorno nell'arte | 1 giugno 2021

102mila visitatori a maggio agli Uffizi | La valorizzazione del sito archeologico di Gabii | Riapre a Berlino la Friedrichwerdersche Kirche | La giornata in 10 notizie

La Friedrichwerdersche Kirche a Berlino con la mostra allestita. © Staatliche Museen zu Berlin, Nationalgalerie / David von Becker
Redazione |

Sono stati 102mila i visitatori nel primo mese di riapertura delle Gallerie degli Uffizi. L'aumento di presenze tra la prima e la quarta settimana di maggio è stato del 40%. Nel mese di maggio in 54.383 hanno visitato la Galleria delle Statue e delle Pitture; in 36.960 il Giardino di Boboli; in 10.888 Palazzo Pitti.

Parte «Gabiinsieme», un'iniziativa che ha la finalità di valorizzare il sito archeologico di Gabii, circa 60 ettari immersi in una natura incontaminata a circa 20 minuti da Roma. Dal 6 giugno al 10 ottobre sono previsti spettacoli e visite guidate, laboratori per famiglie e bambini, l'arte di Michelangelo Pistoletto con le 100 panchine e il Terzo Paradiso. [Ansa]

Dopo otto anni di chiusura riapre a Berlino la Friedrichwerdersche Kirche, una chiesa sconsacrata progettata da Karl Friedrich Schinkel. Ospita ora una mostra semipermanente di scultura del XIX secolo. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]

Con l'uscita dal lockdown i mercanti e le fiere d’arte hanno annunciato l'apertura di nuovi spazi, con l'obiettivo di incontrare i collezionisti. Molti guardano a Est, in particolare alla Corea. [Il Sole 24 Ore]

Il Centre Pompidou-Metz mostra come l'influenza di Arcimboldo ha influenzato la storia dell'arte fino all'arte contemporanea. [Le Figaro

Una giovane artista cubana, Alejandra Glez, invitata a PHotoEspaña sviluppa nella sua opera i temi della denuncia del machismo e della discriminazione di genere. [El País]

Non è più obbligatorio sottostare a quarantena per andare in Austria dall'Italia. L'ingresso in Austria è quindi consentito seguendo la regola delle «3 G», ovvero persona testata, guarita o vaccinata. [La Stampa]

A Parigi il Centre Pompidou ospita una retrospettiva e una mostra sull'opera del cineasta iraniano Abbas Kiarostami, morto nel 2016. [Le Monde]

È stata siglata un’intesa fra Agenzia del Demanio e Politecnico di Torino per assicurare, attraverso una collaborazione stabile e continuativa, la custodia, la valorizzazione, la divulgazione e l’esposizione delle opere di Carlo Mollino.

È mancato il 30 maggio, all'età di 76 anni, Silvio Destefanis, operatore culturale nella Torino degli anni ’70-’80 (fu anche libraio). Per diversi anni è stato collaboratore della casa editrice Allemandi, per la quale si era occupato della promozione e della vendita del settore libri.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE