Dal Rinascimento al selfie

Mariella Rossi |  | Innsbruck (AUSTRIA)

Un inedito allestimento accoglie fino al 28 agosto i visitatori della mostra «Semplici volti? Ritratti del Rinascimento», curata da Claudia Mark nel Tiroler Landesmuseum Ferdinandeum. Centotrenta ritratti, scelti per analizzare lo stile rinascimentale come fondamento dell’epoca moderna, sono disposti su piedestalli in ordine sparso, alla medesima altezza del volto del visitatore. 

Con questo stratagemma Juliette Israël, responsabile dell’allestimento, ha voluto innescare un dialogo alla pari tra lo spettatore e i personaggi dipinti, quasi come se s’incontrassero passeggiando per un’antica piazza, luogo d’incontro per antonomasia. Tra i centotrenta ritratti si contano cinquantadue dipinti, ventiquattro stampe, disegni, gioielli, monete e medaglie. 

Alcuni provengono dalla collezione del museo, altri dalle raccolte del Belvedere, dell’Albertina e del Kunsthistorisches Museum di Vienna, dal Courtauld
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Mariella Rossi