Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Il cambio climatico e i siti Unesco nel Mediterraneo: Palmanova

Che cosa ne sanno e che cosa decidono di fare i rispettivi governanti?

Veduta aerea di Palmanova (Ud)

Le città antiche del Mediterraneo erano costruite sull'acqua. Ma oggi l'acqua sale e diventeranno città sommerse. Una ricerca pubblicata dalla più autorevole rivista scientifica del mondo «Nature», dà per certi i danni gravissimi provocati dai cambiamenti climatici ai 49 siti del Patrimonio Unesco lungo le sponde del Mediterraneo. 37 di loro saranno inondati entro il 2100.

Palmanova: rischio basso

Palmanova (Ud). Città fortezza veneziana edificata nel 1593, dal 2017 è inserita nel Patrimonio Unesco come parte delle «Opere di difesa veneziane tra il XVI e il XVII secolo: Stato da Terra-Stato da Mar Occidentale».

A contraddistinguerla è la sua pianta poligonale a stella di nove punte. Pur distando dalla costa adriatica circa 28 chilometri (se si prende a riferimento la località marittima di Grado), la ricerca del «Nature» la inserisce comunque all’interno della cartina che illustra i 49 siti in zone costiere del Mediterraneo a rischio e a basso livello sul mare ma non la cita in altri passaggi.

La soprintendente Simonetta Bonomi, oltre a ribadire quanto già affermato per il sito aquileiese, conferma anche per Palmanova la non sussistenza di recenti fenomeni a rischio. Palmanova è comunque l’unico sito tra le opere di difesa veneziane del Patrimonio Unesco ad essere menzionata nello studio del «Nature».

Aquileia
Arles
Butrinto
Corfù
Dubrovnik
Ferrara
Istanbul
Palmanova
Pisa
Ravenna
Rodi
Siracusa
Val di Noto


Veronica Rodenigo, da Il Giornale dell'Arte numero 392, dicembre 2018


Ricerca


GDA giugno 2019

Vernissage giugno 2019

Il Giornale delle Mostre online giugno 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Friuli giugno 2019

Vedere a Venezia maggio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012