Il cambio climatico e i siti Unesco nel Mediterraneo: Corfù

Che cosa ne sanno e che cosa decidono di fare i rispettivi governanti?

Helen Stoias |

Le città antiche del Mediterraneo erano costruite sull'acqua. Ma oggi l'acqua sale e diventeranno città sommerse. Una ricerca pubblicata dalla più autorevole rivista scientifica del mondo «Nature», dà per certi i danni gravissimi provocati dai cambiamenti climatici ai 49 siti del Patrimonio Unesco lungo le sponde del Mediterraneo. 37 di loro saranno inondati entro il 2100.

Corfù: +1,6-1,8 metri sotto

Corfù (Grecia). Corfu, l’isola ionica al largo delle coste nordoccidentali della Grecia, è stata un importante porto commerciale e di difesa marittima per millenni. La sua collocazione all’ingresso dell’Adriatico ne fece un territorio particolarmente strategico per la Repubblica di Venezia per proteggere le sue rotte commerciali europee dall’Impero Ottomano, che regolarmente mise l’isola sotto assedio per esserne altrettanto regolarmente respinto. Divenne uno dei siti maggiormente fortificati
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata