Il cambio climatico e i siti Unesco nel Mediterraneo: Arles

Che cosa ne sanno e che cosa decidono di fare i rispettivi governanti?

Gareth Harris |

Le città antiche del Mediterraneo erano costruite sull'acqua. Ma oggi l'acqua sale e diventeranno città sommerse. Una ricerca pubblicata dalla più autorevole rivista scientifica del mondo «Nature», dà per certi i danni gravissimi provocati dai cambiamenti climatici ai 49 siti del Patrimonio Unesco lungo le sponde del Mediterraneo. 37 di loro saranno inondati entro il 2100.


Arles: 1,38 metri sotto

Arles (Francia). L’antica città francese di Arles, sul fiume Rodano in Provenza, è Patrimonio dell’Unesco nel 1981 per i suoi monumenti romani e romanici. L’arena e il teatro datano al I secolo a.C., mentre le terme di Costantino e la necropoli di Alyscamps sono prova di una «seconda età dell’oro» nel IV secolo. Il rapporto di «Nature» stima che l’aumento del livello del mare interesserà la regione della Camargue intorno ad Arles da 1,6 a 1,8 metri entro il 2100. Dopo una grave inondazione
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Gareth Harris