ALLEMANDI NUOVO SITO 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Notizie

La Germania studia una legge per restituire il bottino d'arte dei nazisti

Dopo il caso Gurlitt il Governo del Land bavarese propone che venga abolito il termine di trent'anni per rivendicare la proprietà di opere trafugate durante il Terzo Reich

Max Liebermann, «Reiter am Strand», 1901, uno dei dipinti rinvenuti nell'abitazione monacense di Cornelius Gurlitt

Monaco di Baviera. È allo studio in Germania una legge che faciliti la restituzione delle opere d’arte trafugate agli ebrei durante il nazismo. Lo ha annunciato la Baviera dopo il ritrovamento del tesoro di Hildebrand Gurlitt nell'abitazione del figlio Cornelius a Monaco: oltre 1.400 opere tornate alla luce, tra cui centinaia di capolavori di «arte degenerata», da Picasso a Chagall, venduti a poco prezzo al collezionista nel 1940 dall’allora ministro della Propaganda nazista Joseph Goebbels. Il Governo regionale del Land bavarese ha proposto che venga abolita la prescrizione, l’intervallo di 30 anni trascorsi i quali è vietato contestare la proprietà di un’opera d’arte.
Il testo di legge, che sarà esaminato dal Bundesrat il prossimo 14 febbraio, vuole impedire a coloro che possiedono dipinti rubati durante il Terzo Reich di continuare a invocare la prescrizione per non restituire il bottino. Ci sono tuttavia dei limiti: l’abolizione sarà ...

Margherita Criscuolo, edizione online, 8 gennaio 2014

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012