Philip Rylands: «Lascio il secondo museo più visitato di Venezia»

A giugno cesserà il suo incarico di direttore della Collezione Peggy Guggenheim

Lidia Panzeri |

Venezia. È un Philip Rylands sereno quello che il prossimo giugno, a 66 anni (l’età della pensione, sorride), si appresta a lasciare la direzione della Collezione Peggy Guggenheim dopo 37 anni di attività: vicedirettore dal 1986, direttore dal 2000, direttore per l’Italia della Fondazione Guggenheim dal 2009.Philip Rylands, la sua gestione si è rivelata molto dinamica anche nell’incrementare l’acquisizione di nuove opere.Due sono stati i criteri che si è seguito per le acquisizioni, spesso frutto di una politica espositiva. Il primo: integrare il percorso già iniziato a Londra nel 1938 con la Galleria Guggenheim Jeune. Ne è la riprova la prossima mostra intitolata «Rita Kernn-Larsen. Dipinti surrealisti» in programma dal 26 febbraio al 26 giugno 2017. L’immagine guida della mostra è l’autoritratto dell’artista del 1937, acquisito nel 2013 per donazione. Rimanendo in ambito surrealista, l’altro esempio è quello di Richard Oelze, di cui avevamo un disegno e ora possediamo anche un dipinto.Il secondo criterio, grazie ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Lidia Panzeri