Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Tesoro di Gurlitt, altre 60 opere erano a Salisburgo

Un bozzetto di Canaletto ritrovato nell'appartamento monacense di Cornelius Gurlitt

Salisburgo (Austria). Dopo l'appartamento di Monaco di Baviera, anche la casa di Salisburgo di Cornelius Gurlitt, come si sospettava, si è rivelata essere il nascondiglio di opere d'arte. Almeno una sessantina, rivela oggi l'edizione online di «Der Spiegel». Il portavoce di Gurlitt, Stephan Holzinger, ha dichiarato che le opere (vi figurerebbero anche lavori di Monet, Renoir e Picasso) sono stati viste ieri e messe al sicuro. Ora verranno studiate da un gruppo di esperti per ricostruirne la provenienza.
Il «caso Gurlitt» è esploso in seguito a un'indagine fiscale: nell'alloggio di Monaco dell'ultraottantenne Cornelius già nel 2011 erano state rinvenute oltre 1.500 opere d'arte, in gran parte saccheggiate dai nazisti e raccolte da Hildebrand Gurlitt, il padre di Cornelius, durante la seconda guerra mondiale. Il ritrovamento era rimasto segreto fino allo scorso novembre.

Articoli correlati:
La Germania studia una legge per restituire il bottino d'arte dei nazisti Nuovi dettagli sul «bottino dei nazisti»
Ritrovate a Monaco di Baviera 1.500 opere d'arte confiscate dai nazisti

edizione online, 11 febbraio 2014


Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012