Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Tutto Mucha

Retrospettiva a Palazzo Pallavicini con opere appartenenti alla fondazione dell'artista, alcune mai esposte in Italia

Alphonse Mucha «Rêverie», 1897. Foto: Fondation Mucha, Prague, Mucha Trust 2018

Bologna. Un profluvio di manifesti, poster, cartelloni che hanno fatto la storia dell’Art Nouveau e dello spettacolo nella Parigi fin-de-siècle, ma anche numerosi disegni e fotografie (c’è anche Gauguin seminudo che suona il pianoforte). Tutto ciò compone la rassegna che dal 29 settembre al 20 gennaio 2019, Palazzo Pallavicini dedica al ceco Alphonse Mucha (1860-1939) attraverso l’ordinamento di 80 opere appartenenti alla Fondazione Mucha (27 mai esposte in Italia).

I lavori, caratterizzati dalle forme sinuose e colori pacati che resero famosissimo l’artista in vita, sono suddivisi in tre sezioni tematiche dedicate a «Donne, icone e muse» (largo spazio al suo soggetto preferito, l’attrice Sarah Bernhardt, la «Gismonda»), a «Le style Mucha, un linguaggio visivo», che punta sulla bellezza come veicolo dell’educazione attraverso i manifesti pubblicati dal suo editore Champenois e a «Bellezza, il potere dell'ispirazione» dove la curatrice Tomoko Sato analizza la fase finale di Mucha impegnato nella sua Cecoslovacchia.

Stefano Luppi, edizione online, 30 settembre 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012