ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Notizie

Parigi

Pop up Pompidou da Bruxelles a Bogotà

Nuovi avamposti francesi negli hub artistici emergenti nel mondo

L'ex garage anni Trenta della Citroën a Bruxelles che ospita il Kanal-Centre Pompidou. © BRUSSELS: SAU-MSI.BRUSSELS/P.SA.

Parigi. Con avamposti e partnership già avviati o in fase di avviamento a Metz, Malaga, Bruxelles, nei Paesi del Golfo, a Shanghai e probabilmente in America Latina, il Centre Pompidou si sta trasformando in un nuovo Guggenheim, impaziente di estendere la sua influenza a livello globale? Incoraggiato dal successo della sua filiale di Malaga e del Louvre Abu Dhabi, il presidente del Pompidou, Serge Lasvignes, punta a una serie di nuove iniziative che ritiene rafforzeranno le relazioni del museo parigino e che sarebbero difficilmente realizzabili per altra via.

Il 5 maggio, il Pompidou lancerà un programma multidisciplinare della durata di 13 mesi a Bruxelles, che sarà ospitato in un garage Citroën degli anni ’30 acquistato dalle autorità regionali (cfr. n. 383, feb. ’18, p. 25). Comprende un’esposizione di sculture in lamiera metallica, mostre di architettura, uno studio di film amatoriali e una performance che fa uso di 50 sedie pieghevoli.

NoAarchitecten (Bruxelles), EM2N (Zurigo) e Sergison ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Vincent Noce, da Il Giornale dell'Arte numero 386, maggio 2018

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012