Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Ebrei & musulmani: museo insieme

Musée Juif de Belgique. Foto Maxime Collin

Bruxelles. Il Musée Juif de Belgique aveva chiuso le porte dopo l’attacco jihadista del maggio 2014 di Mehdi Nemmouch, un francese di origini algerine radicalizzato durante la detenzione in carcere, costato la vita a quattro persone. Dopo due anni di lavori di ristrutturazione, il museo del quartiere storico del Sablon ha riaperto lo scorso ottobre, con un nuovo allestimento e una nuova sezione dedicata a ebrei e musulmani, singolarità e similitudini.

Il museo avrebbe potuto chiudersi su se stesso e sulla sua storia, ma la scelta dei conservatori è stata un’altra. Ha parlato di integrazione anche la mostra inaugurale, «Bruxelles terre d’accueil?» (fino a marzo scorso; nella foto), raccontando la capitale belga come «città mondo», terra di immigrazione dal 1830 e dove oggi vivono insieme più di 180 diverse nazionalità. È stata anche data la parola a 16 «migranti di oggi», tra i 15 e i 75 anni, di confessioni diverse, ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 385, aprile 2018



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012