Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Vecchie cantanti e ceramiche Lenci

Giacomo Francesco Cipper, il Todeschini, «Vecchia che canta»

Milano. Tra il 18, il 19 e il 20 aprile la casa d’aste milanese Il Ponte terrà una vendita miscellanea di antiquariato. A titolo di esempio, un acquamanile tedesco tardo ottocentesco, composto da piatto e versatoio in bronzo e avorio, ha una stima di 12-14mila euro. Un doppio corpo settecentesco veneziano in legno laccato verde, decorato a motivi vegetali e con riquadri dorati, è invece valutato tra 50 e 60mila euro, mentre «Vecchia che canta», un olio su tela di Giacomo Francesco Cipper, il Todeschini, è quotato 32-35 mila euro (nella foto).

In questa asta viene anche dispersa una collezione di 150 ceramiche della manifattura Lenci: da notare, oltre a «La mucca», di Giovanni Grande e «Fidanzati in abiti regionali», di Sandro Vacchetti (entrambi degli anni Trenta), anche «Mamma sirena», del 1933, di Elena König Scavini, la fondatrice della manifattura, con una stima di 1.800-2mila euro. Il 19 e 20 aprile è la volta di tappeti e tessuti: un’asta di circa 50 lotti, tra i quali segnaliamo una preghiera anatolica del XVII secolo che il catalogo riconduce alla città di Smirne (5.300-5.600 euro) e un tappeto persiano della città di Isfahan, anch’esso del XVII secolo, valutato 3.800-4mila euro. Nella stessa tornata una tovaglia ottocentesca in pizzo a punto di manifattura veneziana ha una quotazione di 6mila-6.500 euro.

Vittorio Bertello, da Il Giornale dell'Arte numero 385, aprile 2018



GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012