Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Parigi

Cittadella Vitebsk

Al Centre Pompidou 250 opere per il centenario dell’«accademia popolare» di Chagall, Lissitzkij e Malevic

«Al di sopra della città» (1914-18) di Marc Chagall, Mosca, Galleria Tretjakov © Adagp 2018

Parigi. Tra il 1918 e il 1922 la storia dell’arte russa si scrisse a Vitebsk, la città natale di Marc Chagall (1887-1985), all’epoca un grande villaggio dell’impero russo (oggi in Bielorussia). Per l’artista, che nel 1906 si trasferì a San Pietroburgo, a centinaia di chilometri, per studiare all’Accademia di Belle Arti, Vitebsk restò sempre legata alla nostalgia dell’infanzia serena, nonostante le difficoltà in cui vivevano gli ebrei russi sotto gli zar. Chagall vi ritornò nel 1914, dopo l’esperienza parigina e la scoperta di Robert Delaunay e Henri Rousseau.
Poi nel 1918, dopo la Rivoluzione, fu nominato «commissario artistico» per la sua città. Un’occasione per fondare l’accademia «popolare», aperta a tutti, senza limiti di età e gratuita da lui vagheggiata, un po’ sul modello della Ruche a Parigi, la cittadella del quartiere Vaugirard che dal 1902 ospita artisti di tutto il mondo.

Tra i grandi che raggiunsero Vitebsk c’erano El Lissitzkij e Casimir Malevic. L’esperienza cominciò dunque cent’anni fa, ed è a questo anniversario che è dedicata la mostra del Musée National d’Art Moderne del Centre Pompidou, «Chagall, Lissitzkij, Malevic. L’avanguardia russa a Vitebsk (1918-1922)», che si tiene dal 28 marzo al 16 luglio. Il museo espone circa 250 opere, anche di allievi celebri come Vera Ermolaeva e Nikolai Suetin, con prestiti dai musei di Mosca, per raccontare questo episodio della storia dell’arte russa. Un periodo breve ma di grande fervore artistico in cui la scuola di Vitebsk, inaugurata il 28 gennaio 1919, divenne il «laboratorio rivoluzionario». Lissitzkij si occupò delle arti grafiche e dell’architettura, ed è in questo periodo che presero forma i suoi quadri astratti e geometrici, i «proun». Malevic fu a sua volta un docente carismatico e insieme vi fondarono il collettivo suprematista Unovis che realizzò mostre in varie città russe.

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 384, marzo 2018


Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012