Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Paolozzi pop e tedesco

Trent'anni di opere dell'irriverente baronetto in mostra alla Berlinische Galerie

Un particolare di «Pop Art Redefined (Lots of Pictures - Lots of Fun)», di Eduardo Paolozzi, 1971

Assurto al titolo di baronetto per meriti artistici (dal 1986 era «scultore ufficiale di Sua Maestà Elisabetta II»), Sir Eduardo Paolozzi (1924-2005), scozzese dei dintorni di Edimburgo, primogenito di una famiglia di immigrati italiani del Cassinate, fu cofondatore dell’Independent Group e precursore, nell’immediato secondo dopoguerra, della Pop art britannica.

Irrispettoso della maniera, rivoluzionario, affascinato dai progressi di scienza e tecnica, cercò un modo originale per farle convivere nelle sue opere grafiche e scultoree, sviluppando una nuova iconografia popolare, per le masse e la società industrializzata.

La mostra «Eduardo Paolozzi. Lots of Pictures - Lots of Fun», aperta dal 9 febbraio al 28 maggio alla Berlinische Galerie e organizzata in collaborazione con la Whitechapel Gallery di Londra, si focalizza sulla produzione del trentennio 1940-70, dando particolare risalto all’operoso biennio 1974-75, che l’artista trascorse proprio a Berlino. Nella foto, un particolare di «Pop Art Redefined (Lots of Pictures - Lots of Fun)», 1971.

Francesca Petretto, da Il Giornale dell'Arte numero 383, febbraio 2018


Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012