Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Il cambio climatico e i siti Unesco nel Mediterraneo: Val di Noto

Che cosa ne sanno e che cosa decidono di fare i rispettivi governanti?

Catania

Le città antiche del Mediterraneo erano costruite sull'acqua. Ma oggi l'acqua sale e diventeranno città sommerse. Una ricerca pubblicata dalla più autorevole rivista scientifica del mondo «Nature», dà per certi i danni gravissimi provocati dai cambiamenti climatici ai 49 siti del Patrimonio Unesco lungo le sponde del Mediterraneo. 37 di loro saranno inondati entro il 2100.

Città tardo-barocche del Val di Noto a rischio erosione

Il sito comprende otto città situate nella Sicilia sud-orientale, tra cui tre interi centri storici: Caltagirone, Noto e Ragusa, alcune specifiche aree urbane di Catania (nella foto) e Scicli e alcuni monumenti isolati di Modica, Palazzolo Acreide e Militello Val di Catania. Le città furono ricostruite dopo il terribile terremoto del 1693 e sono considerate tra i capolavori di architettura tardo-barocca del XVII sec. Sono tra i 42 siti a rischio erosione secondo «Nature»; nella mappa le città sono localizzate nella zona costiera a bassa elevazione del Mediterraneo (Lecz-Low Elevation Coastal Zone) in collegamento idrogeologico con il mare, con uno scenario di un aumento del livello del mare medio (verde) tra 1.8-2.0, previsto al 2100. Non presenta rischio alluvione, ma per l’erosione il fattore di rischio è alto (arancione), già preoccupante alle attuali condizioni, con un 7.1-9.0 che si conferma, senza incrementi, anche nella proiezione al 2100. Aurelio Angelini conferma per il Val di Noto quanto detto su Siracusa.

Aquileia
Arles
Butrinto
Corfù
Dubrovnik
Ferrara
Istanbul
Palmanova
Pisa
Ravenna
Rodi
Siracusa
Val di Noto


Giusi Diana, da Il Giornale dell'Arte numero 392, dicembre 2018


Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012