Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 16 novembre 2018

Hockney a 90,3 milioni di $ | Il progetto di pedonalizzare Parigi | Carlo Gentile, fotografo dei nativi americani | La giornata in 14 notizie

«Portrait of an artist (Pool with two figures)», di David Hockney. © 2018 Christie's Images Ltd

Hockney è il più caro artista vivente. Come ampiamente previsto, è David Hockney il re di questa settimana di mercato: la sua tela «Portrait of an artist (Pool with two figures)» è stata venduta da Christie's ieri sera a New York per 90.312.500 dollari, diventando così l'opera d'arte più costosa mai pagata per un'artista vivente. L'asta in questione (era la vendita serale di arte del dopoguerra e contemporanea) ha fruttato alla casa d'aste di Rockefeller Plaza 357,6 milioni di dollari, con l'85% di venduto per numero di lotti e il 93% per ammontare. Quattro i nuovi record d'asta battuti: oltre che per Hockney, per Sam Gilliam (2,17 milioni), Pierre Soulages (10,6 milioni) e Robert Colescott (912.500 $). [Il Giornale dell'Arte]

La pedonalizzazione del centro di Parigi. Mentre le rive della Senna, per ordine del tribunale, rimarranno a uso esclusivo dei passanti, il sindaco di Parigi Anne Hidalgo vorrebbe pedonalizzare anche il centro storico della capitale. Un progetto ambizioso che però per vedere la luce richiederebbe un ulteriore, e non scontato, mandato. [Le Monde]

L'amico dei pellerossa. Una pagina del «Giornale» presenta la figura del fotografo napoletano Carlo Gentile, che sbarcò negli Stati Uniti a fine Ottocento e si segnalò per il suo atteggiamento benevolo nei confronti dei nativi americani, oltre che per i suoi scatti che contribuirono a raccontarne la storia senza mistificazioni. [il Giornale]

Lo Stato francese conferma il suo ruolo nella gestione del Patrimonio. Assieme alla promozione del direttore dell'Istituto Nazionale del Patrimonio, Philippe Barbat, a Direttore generale del Patrimonio, mercoledì 14 il ministro della Cultura Frank Riester ha reso pubblico il rapporto commissionato lo scorso 4 luglio al Presidente del Centre des monuments nationaux, Philippe Bélaval, che doveva valutare l'organizzazione di servizi e operatori coinvolti nel settore. Il ministro ha ribadito da parte dello Stato un approccio al problema direttamente operativo, consentendo alle autorità pubbliche di prendere decisioni. [Le Monde]

Ritrovata figlia di Gainsborough. Sarà esposto al pubblico per la prima volta dopo 131 anni un eccezionale dipinto a olio di Thomas Gainsborough, il ritratto della figlia dell'artista che suona uno strumento musicale. I curatori della mostra sapevano dell'esistenza dell'opera ma non sapevano dove trovarlo: dopo cinque anni di ricerche ci sono riusciti grazie a un appello pubblicato su «Country Life», celebre rivista inglese. [The Daily Telegraph]

Il Re dei Lotti. Il «Venerdì» dedica un servizio di quattro pagine ai 50 anni di Sotheby's Italia e al suo attuale amministratore delegato, il «fuoriclasse del martelletto» Filippo Lotti. [Il Venerdì di Repubblica]

Polemica sull'Acquedotto Mediceo. «Il progetto della tangenziale Nord-Est va rivisto riguardo all’attraversamento dell’Acquedotto Mediceo. Demolendo tre arcate, con quanto si risparmierebbe se ne potrebbero ricostruire almeno 10 di quelle ora mancanti e consolidare il resto oggi dissestato». Così ha scritto il sindaco di Pisa, Michele Conti, in una relazione di programma di mandato in consiglio comunale. E sull’ipotesi di buttare giù un pezzo del monumento storico è scoppiata immediatamente la polemica. «L’Acquedotto mediceo va tutelato e non demolito!», replica duramente al sindaco il gruppo consiliare del Pd dalla sua pagina Facebook. «La maggioranza, predominata dalla Lega, propone di demolire tre arcate dell'acquedotto mediceo per farci passare la variante Nord-Est. Una follia che sfregia la nostra storia». [Il Tirreno - Pisa]

Il dittatore e la bambina. Martedì scorso è stata venduta all'asta per 11.520 dollari nel Maryland (Usa) da Alexander Historical Auctions un'immagine del 1933 che mostra il dittatore tedesco Adolf Hitler mentre abbraccia una bambina di origini ebraiche. [El País]

Un Degas conteso. Il «Portrait de Mademoiselle Gabrielle Diot» di Degas, rubato dai nazisti a Paul Rosenberg nel 1940 è al centro di una contesa tra i discendenti del famoso gallerista francese e la galleria Hans di Amburgo, che vendette l'opera nel 1974 a un cliente svizzero. [Le Figaro]

Steve dà spettacolo. In occasione della pubblicazione della sua biografia ufficiale, che raccoglie 40 anni di scatti e viaggi, alcuni quotidiani italiani hanno intervistato il fotografo americano Steve McCurry sui momenti salienti della sua carriera. [Il Messaggero]

Video artisti in attesa di premio. Nominati i finalisti del premio Jarman, dedicato agli artisti residenti nel Regno Unito che lavorano con immagini in movimento. Le loro opere saranno esposte alla Whitechapel Gallery mentre il vincitore sarà reso noto il 24 novembre. [The Guardian]

Disastro architettonico a Tbilisi. Il «Ponte della Pace» a Tbilisi, capitale della Georgia, è solo l'ultima di una serie di opere pubbliche discusse perché secondo alcuni abbruttirebbero notevolmente l'aspetto della città. [The Guardian]

E pensare che si era parlato di «svendita ai privati». L'Isola di Poveglia nella laguna veneziana, che lo Stato vuole privatizzare ma che finora non ha trovato acquirenti, è solo il caso più eclatante di una tendenza più generale, ossia la mancanza di investimenti nei beni dismessi dallo Stato per riequilibrare i conti pubblici. A fronte di un patrimonio da 18 miliardi, negli ultimi anni le vendite ai privati non hanno mai superato il miliardo di euro. [La Stampa]

Occhiali tecnologici per vedere la villa com'era a fine Settecento.
Alla Villa Reale di Monza è in procinto di partire il progetto (coordinato da Marina Rosa) «Vedere l'invisibile», basato sulla ricostruzione virtuale tridimensionale dei giardini dell'Arciduca. [La Stampa]

Redazione, edizione online, 16 novembre 2018


Ricerca


Sovracoperta dicembre 2018

GDA dicembre 2018

Vernissage dicembre 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo dicembre 2018

Vedere a ...
Vedere in Campania 2018

Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012