Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 11 novembre 2018

L'arte spiegata con un algoritmo | Hockney potrebbe sorpassare Picasso e Van Gogh | Il ministro della cultura inglese si rilassa con il Lego | La giornata in 12 notizie

Il successo artistico spiegato da un algoritmo. A soli 35 anni la ricercatrice catanese Roberta Sinatra è un astro nascente della scienza delle reti, grazie a un suo studio appena pubblicato su «Science» nel quale analizza le dinamiche del successo nel mondo dell'arte a partire dalle traiettorie professionali di quasi mezzo milione di artisti. [Corriere della Sera]

Hockney sorpassa Picasso? Potrebbe essere oggi il giorno in cui un'opera di artista vivente supererà il record di vendita di mostri sacri come Picasso e Van Gogh: a New York, nell'ambito della settimana del contemporaneo che coinvolge le maggiori case d'asta mondiali, l'opera di David Hockney «Portrait of an artist (pool with two figures)» (1972) è stimata 80 milioni di dollari. [il Giornale]

Hockney trasloca vicino a un capolavoro. Non ci sono motivi familiari, bensì lavorativi, dietro l'annunciato spostamento dell'artista inglese David Hocney dalla California alla Normandia. L'artista infatti vuol essere più vicino possibile allo storico arazzo di Bayeux, che costituisce la sua fonte di ispirazione per la sua prossima grande opera. [The Times]

Un ministro fanciullo. Il segretario per la Cultura inglese Jeremy Wright ha raccontato in un programma radiofonico che il modo migliore per lui di rilassarsi dopo il lavoro non è frequentare teatri o musei, bensì dedicarsi al suo hobby preferito, le costruzioni con i mattoncini delle Lego. [The Times]

Un tuffo nell'archeologia. Il professor Emanuele Greco, presidente della Fondazione Paestum, presenta la 21ma edizione della Borsa mediterranea del Turismo archeologico, dal 15 al 18 novembre, con un programma ricco di incontri, convegni e presentazioni per festeggiare il 20mo anniversario del riconoscimento Unesco di Patrimonio dell'umanità a Paestum, sede della manifestazione. [Il Sole 24 ore]

Le due culture si incontrano a Milano. Si terrà il prossimo 15 novembre l'evento organizzato dalla Fondazione Pirelli dal titolo «Racconti di Milano città industriale», che prevede letture, incontri e un'esposizione di immagini dagli anni '40 a oggi. [Il Sole 24 ore]

Evacuati 4mila turisti a Petra. Un fiume di fango ha investito nelle ultime 24 ore il sito archeologico di Petra in Giordania, uno dei più importanti del Medio Oriente e Patrimonio Unesco. Il bilancio parla di 12 deceduti e numerosi dispersi. I ministri del Turismo e dell'Istruzione si sono immediatamente dimessi per la tragedia. [la Stampa]

L'Italia approfitti della ripresa economica egiziana. Il «Messaggero» intervista l'ambasciatore egiziano a Roma Hisham Badr, che invita il nostro paese a tornare a investire in Egitto sia per le infrastrutture che per quanto riguarda il turismo. [il Messaggero]

Intervista al Conte Snowdon. Alain Elkann ha incontrato a Londra il presidente onorario di Christie's David Snowdon, creatore della Linley mobili e nipote di Elisabetta II, intervistandolo sulla sua famiglia, sulla Brexit e sul suo sogno di mettere l'intelligenza artificiale al servizio dell'arte. [la Stampa]

Robillard tra arte e malattia. In occasione dell'imminente uscita nelle sale francesi di una pellicola a lui dedicata, «Libération» dedica una pagina alla ruvida figura dell'ormai 87enne scultore francese André Robillard, che sin da quando aveva solo 8 anni alterna periodi di genio assoluto a cadute e ricoveri in cliniche psichiatriche. [Libération]

Apre a Osuna un museo di giocattoli moderni. Il 45enne Jesús Cansino, direttore dell'Andalusian Museum of Vintage Toy di Osuna, una città non distante da Siviglia, presenta le sue collezioni, costituite da giocattoli, non necessariamente pezzi rari, che erano in circolazione durante gli anni '70 e '80. [El País]

I nemici della civiltà. Sulla «Frankfurter» un servizio ricorda Stefano Serafin, il custode della gipsoteca di Possagno, che all'epoca ospitava la maggior parte delle opere di Canova. Le sue foto delle opere del grande scultore gravemente danneggiate durante la Prima guerra mondiale sono diventate il simbolo di una profanazione da parte dei «nemici della civiltà». [Frankfurter AZ]

Redazione, edizione online, 11 novembre 2018


Ricerca


Sovracoperta dicembre 2018

GDA dicembre 2018

Vernissage dicembre 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo dicembre 2018

Vedere a ...
Vedere in Campania 2018

Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012