Tutto il XX e il XXI secolo in 26 giorni

Il tour de force del mese dei collezionisti di arte moderna e contemporanea parte il 6 novembre e termina il primo dicembre

Vittorio Bertello |

Il giro delle vendite italiane di arte moderna e contemporanea in Italia parte il 6 novembre da Torino (subito dopo la chiusura di Artissima e Flashback), con l’asta Bolaffi di «Arti del Novecento»: un catalogo abbastanza eterogeneo (con manifesti, fotografia, design e arte moderna e contemporanea). Tra i 170 lotti di moderno e contemporaneo, per esempio, Fillia (Luigi Colombo) ha un olio su tela del 1931, «Nascita del paesaggio aereo», di 100,2x75 cm, valutato da 10mila euro, mentre parte da 10-15mila un décollage del 1987 di Mimmo Rotella.

Il 9 e 10 novembre la palla passa alla milanese Mediartrade. Per ciò che riguarda l’arte moderna, Giacomo Balla ha un olio su tavola del 1918, «Sbandieramento», 26x36 cm, che ha una valutazione di 130-140mila euro, mentre sono comprese tra 90 e 120mila le stime per «Donna con le carte (su sfondo di campi)», olio su tela del 1954 di 90x55 cm di Felice
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Vittorio Bertello