Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 4 ottobre 2018

Le aste di arte contemporanea di Christie's e Sotheby's a Londra in concomitanza di Frieze | La Triennale di Milano apre il Museo del Design | La giornata in 12 notizie

«Concetto spaziale», del 1953, di Lucio Fontana (stime 800mila-1,2 milioni di sterline) in asta questa sera da Christie's a Londra. Foto courtesy Christie's

Arte italiana a Londra. Questa sera e domani, negli stessi giorni di Frieze London, la fiera internazionale di arte contemporanea aperta dal 4 al 7 ottobre, si tengono a Londra le aste serali di arte contemporanea: oggi da Christie’s, domani sera da Sotheby’s. Con la sua Italian Sale intitolata «Thinking Italian», Christie’s presenta un catalogo di 38 lotti, che va da un «Concetto spaziale. La fine di Dio» di Lucio Fontana del 1963, color bruno, di 178x123 cm (stima a richiesta) a «High bride», un’opera di Salvatore Scarpitta del 1960 (152,5x102 cm, stime 1-1,5 milioni di sterline); da una superficie specchiante di Michelangelo Pistoletto del 1964 («Marzia con la bambina», 200x120 cm) a 1-1,5 milioni di sterline a un «Portrait de l’auteur» di Gino Severini del 1916 (olio su tela, 100,3x73,4 cm) a 700mila-1 milione di sterline di valutazione. [Vittorio Bertello - Il Giornale dell’Arte]

Londra, l’arte contemporanea si dà appuntamento a Frieze. Nel cuore di Regent’s Park artisti, galleristi, collezionisti, curatori e celebrities si ritrovano per la sedicesima edizione della fiera londinese di arte contemporanea, aperta da oggi al 7 ottobre. La nostra testata partner in lingua inglese, «The Art Newspaper», segue in diretta la manifestazione, con reportage, approfondimenti e interviste. [The Art Newspaper]

La Triennale di Milano si rinnova: apre il Museo del Design. Nei progetti della storica istituzione milanese, presentati ieri, la 22ma Esposizione Internazionale (dal primo marzo al primo settembre 2019), a cura di Paola Antonelli,  dal titolo «Broken Nature: Design Takes on Human Survival», e l’apertura a febbraio del Museo Permanente del Design Italiano, con l’obiettivo di esporre e valorizzare la collezione della Triennale ricca di 1.600 oggetti tra i pezzi più rappresentativi del design italiano. Alla Triennale sarà trasferito anche l’Urban Center del Comune nell'ambito di una ristrutturazione interna dell’edificio. [Corriere della Sera; Ansa]


Lucca, due giorni per i Beni culturali. Il 4 e 5 ottobre si svolge a Lucca la XIV edizione di LuBeC, due giorni di seminari frontali, talk, convegni e presentazioni, e laboratori intorno ai  temi dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, in un’ottica ampia di gestione e valorizzazione dell’eredità culturale che sempre più dialoga con l’innovazione tecnologica, la produzione delle imprese culturali e creative, i new media, l’industria e in generale il terzo settore. Uno scenario dove il binomio pubblico-privato acquista rivelanza e dove i processi, i servizi e prodotti nella filiera beni culturali-tecnologia- turismo necessitano di buone pratiche. «LuBeC Digital Technology», la rassegna espositiva dedicata alle soluzioni innovative applicate alla valorizzazione e fruizione dei beni culturali e al turismo si accompagna a «Createch», una maratona di idee che riunisce creativi, sviluppatori e fabbricatori digitali. Molti sono gli incontri a testimoniare l’ampiezza della riflessione. Si inizia giovedì 4 ottobre con  «Cultura e innovazione sociale: driver per il benessere e la sostenibilità» e «Il ruolo della cultura per la crescita del capitale sociale delle comunità»in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca (con la consegna del «Riconoscimento Lubec 2018»); ma anche «Digital 4 Culture»,  «Lavorare nella cultura tra competenze tradizionali e nuove specializzazioni». E ancora da «Faccio salti altissimi. Cultura dell’accessibilità per la cultura», e «Patrimonio culturale in emergenza» e «Cultura benessere e salute». Vengono poi  «#TTC- Turismo, tecnologie e commercio per la valorizzazione dei territorio» e «Experimental learning space».  Venerdì 5 ottobre è invece la volta di «Agenda europea della cultura», «Imprese creative driven», e «Innovazione e musei: direttori a confronto» per finire con «Vivere accessibile».  [Laura Lombardi - Il Giornale dell'Arte]

Se lo sponsor è uno studio legale.
Le Gallerie Nazionali di Arte Antica hanno avviato il restauro della «Allegoria dei cinque sensi», monumentale tela seicentesca di Mattia e Gregorio Preti, grazie al finanziamento dello studio legale Dentons, che con questa nuova iniziativa di mecenatismo celebra i tre anni di apertura in Italia. Il restauro sul dipinto dei fratelli Preti sarà effettuato da Giuseppe Mantella, che da anni lavora sulle opere di Mattia Preti a Malta e in Calabria. Al termine del lavoro, l’opera sarà presentata al pubblico in un’esposizione ed entrerà a far parte del percorso espositivo permanente del Museo, in una delle nuove sale aperte al pubblico lo scorso aprile nell’ala sud di Palazzo Barberini. [AgCult]

Rifiuti a Roma, anche davanti al Mibact. Un servizio dell’edizione romana di «la Repubblica» documenta lo stato di sporcizia in cui versa la capitale. Ovunque rifiuti a terra e cumuli lasciati in strada, da Campo de’ Fiori a via Condotti, da Monti al Collegio Romano, a Prati e al Flaminio. Montagnole di sacchi dell’immondizia, come documenta la foto pubblicata dal quotidiano, sono appoggiati persino accanto a uno degli ingressi del ministero dei Beni culturali. La causa di questa nuova «emergenza rifiuti», come ha ricostruito l’agenzia Dire, è la risoluzione anticipata dell’accordo tra Ama e la Cooperativa 29 giugno per la raccolta dei rifiuti dalle utenze non domestiche (negozi, bar e ristoranti). [la Repubblica-Roma]

Con un finto Satiro Danzante, nasce lo Spotify delle sculture (in 3D). Dal 5 ottobre a Villa Tasca, a Palermo, esposti centinaia di cloni del bronzo del IV secolo a.C. conservato a Mazara del Vallo: è la prima scultura replicata dalla start up Artficial, creata con tecnologie simili a quelle della Nasa. [Corriere della Sera]

Nel mondo
Nella provincia Usa una nuova cattedrale dell’arte contemporanea. Un servizio di «la Repubblica» presenta il Glenstone Museum a 45 minuti da Washington, sede di una delle più grandi collezioni private d’America. Una struttura da  200 milioni di dollari, che raggruppa l'arte raccolta in quarant’anni dal milionario Mitchell Rales, imprenditore del settore immobiliare, e dalla moglie Emily Wei, storica dell’arte. Da De Kooning a Basquiat a Warhol, da Pollock a Giacometti, i Rales negli anni hanno collezionato oltre 1.300 pezzi. Sabato s’inaugura l’ampliamento del Gladstone a firma di Thomas Phifer and Partners: chiamato «The Pavillions» si compone di undici strutture distribuite su 20mila metri quadrati. [la Repubblica]

Madrid, danneggiata un Tiziano all’Escorial. La «Crocifissione» di Tiziano, opera del 1565 ca conservata nella sacrestia del Monastero Reale di San Lorenzo de El Escorial (Madrid) ha subito dei danni dopo essere caduta da un’altezza di 5 metri, probabilmente a causa del deterioramento della superficie in gesso cui era ancorata e del cedimento dei chiodi. La caduta, secondo quanto dichiarato dal Patrimonio Nacional (l’istituzione pubblica responsabile dei beni culturali statali spagnoli) ha provocato una «considerevole lacerazione orizzontale» a forma di «sette» nella parte inferiore della tela. L’ente ha assicurato che il danno è «riparabile» e che l’opera tornerà presto visibile al pubblico. [El País]

A di Arte, B di Bilbao. Un servizio di «El País» presenta il rinnovato Museo de Bellas Artes di Bilbao, che ieri ha festeggiato i 110 anni inaugurando il riallestimento della collezione permanente. Un percorso attraverso 305 opere, visibile dal 6 ottobre, allestite non cronologicamente ma seguendo un «alfabeto» composto da 31 vocaboli in spagnolo, euskera, francese e inglese. L’idea di «ABC: El alfabeto del Museo de Bilbao» si deve allo scrittore basco Kirme Uribe, curatore ospite del museo diretto da Miguel Zugaza. Nell’alfabeto di Uribe si va dalla A di arte, B di Bilbao e C di Citoyen (cittadino) fino alla Z di Zubi, la parola che in euskera significa «ponte» [El País]

Tesori dalla Siria devastata in mostra a Damasco. La Direzione Generale delle Antichità e dei Musei in Siria ha inaugurato ieri una mostra a Damasco di pezzi archeologici recuperati in tutto il Paese devastato dalla guerra. Dall'inizio del conflitto nel 2011 decine di siti archeologici in tutti il terrirorio siriano sono stati distrutti, danneggiati o saccheggiati. Il capo delle Antichità Mahmoud Hamoud ha dichiarato in questa occasione che più di 9.000 oggetti sono stati recuperati da diverse regioni siriane. «Ma decine di migliaia di pezzi archeologici sono stati portati di nascosto fuori dal Paese e non sono stati recuperati», ha sottolineato Hamoud. La mostra, allestita in un centro culturale della capitale siriana, raduna circa 500 pezzi, tra cui monete d'oro, statue di bronzo o anfore. Sono esposti anche due busti salvati dal sito dell'antica Palmira e restaurati in Italia dall'Iscr. [Afp]

V&A, Spazio alle nuove generazioni. Il Victoria & Albert Museum di Londra ha annunciato un progetto per la riqualificazione del Museum of Childhood (il Museo dell’Infanzia) nel quartiere di Bethnal Green, con un budget previsto di 13,5 milioni di sterline. La ristrutturazione intende rendere il museo più immersivo e interattivo per stimolare la creatività dei suoi giovani visitatori. L’intenzione è di creare «il museo più gioioso del mondo» per bambini e giovani; il termine che si è dato il direttore del Victoria & Albert Tristram Hunt è il 2022. [The Guardian]

Redazione, edizione online, 4 ottobre 2018


Ricerca


Sovracoperta dicembre 2018

GDA dicembre 2018

Vernissage dicembre 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo dicembre 2018

Vedere a ...
Vedere in Campania 2018

Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012