Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Novara, Castello Visconteo Sforzesco rinasce come centro culturale

Riaperto dopo un decennale restauro l'edificio ospita la mostra della collezione Sgarbi

Una veduta della mostra «Le stanze segrete di Sgarbi» allestita nel Castello Visconteo di Novara fino al 14 gennaio

Novara. Dopo oltre dieci anni di lavori di ristrutturazione ha finalmente riaperto al pubblico lo scorso giugno il Castello Visconteo Sforzesco di Novara, che ha sede nel cuore stesso della città.
Non ci sono fonti certe dell’esistenza di una costruzione presente in epoca celtica, certamente in epoca romana venne costruito un edificio con ciottoli di fiume, i cui resti sono ancora parzialmente interrati e visibili, mirabilmente recuperati, sotto l’ala ovest della fortezza. È invece fonte accreditata che nel 1272 l’allora signore di Milano, Francesco Torriani, fece realizzare una torre con recinto. Si trattava di una struttura fatta erigere a scopi difensivi per il controllo della città. Della struttura, chiamata Turrisella, restano visibili tracce delle fondamenta originarie. Successivamente, sotto il dominio di Galeazzo Visconti, verso la seconda metà del Trecento il castello venne realizzato interamente e ben presto divenne un’importante roccaforte per la difesa della città e del territorio circostante.

Chiara Pasetti, edizione online, 22 settembre 2017

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012