Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Riqualificazione del centro storico di Napoli, l'Unesco chiede chiarimenti sui 100 milioni di fondi europei non spesi

Dei 28 interventi programmati su chiese e basiliche solo 8 sono stati avviati. Dal 2007 persi 180 milioni dell'Ue

L'Unesco chiede ragione del mancato utilizzo di 100 milioni di fondi europei stanziati per il recupero dei monumenti e delle chiese del centro storico di Napoli

Napoli. L’Unesco vuole chiarimenti sui 100 milioni di fondi europei destinati al centro storico di Napoli e non spesi alla scadenza del 31 dicembre 2015.

La lettera (protocollo Clt/Her/Wch/8560) firmata da Mechtild Rössler, direttore della divisione Patrimonio culturale dell’Unesco, è stata inviata dalla sede di Parigi il 15 gennaio all’ufficio Patrimonio mondiale del Mibact e alla delegazione Italiana presso l’Unesco. Una domanda, tra le altre, è la nota più chiara della richiesta. Si chiede di sapere se sia stato rispettato il paragrafo 174 delle «Operational Guidelines for the Implementation of the World Heritage Convention», ossia la convenzione per il recupero e la tutela, nei tempi stabiliti, del patrimonio culturale di Napoli, città patrimonio Unesco.

L’Unesco, spiega Antonio Pariante del Comitato Civico S. Maria di Portosalvo che ha denunciato da tempo la perdita di 180 milioni dei fondi Por europei destinati al centro storico della città fin dal 2007 e mai spesi, «chiede di assumere informazioni sugli esiti del cosiddetto “Grande Programma” di riqualificazione della città: restauri di chiese e monumenti mai effettuati nei tempi dovuti». Erano stati programmati ben 28 interventi di restauro, specialmente basiliche e monumenti del centro storico, e ne sono stati realizzati soltanto otto alla fine di dicembre 2015. Forse arriveranno gli ispettori dell’Unesco per approfondire l’intricata situazione.

Il problema centro storico e restauri mai avvenuti è una antica piaga di Napoli. Intanto si moltiplicano critiche e polemiche da parte di numerosi esponenti del mondo accademico: ancora una volta assistono al fallimento dei restauri del grande patrimonio della città che ha la metà delle chiese chiuse o degradate. Una brutta carta di presentazione davanti ai delegati dei 140 Paesi che si riuniranno a luglio a Istanbul per il prossimo vertice mondiale dell’Unesco.

Tina Lepri, edizione online, 9 febbraio 2016


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012