Verona, premiando si vende

Daniela Vartolo |

Verona. ArtVerona è una delle fiere più organizzate sotto il profilo dei premi, secondo una strategia che consente di estendere il numero (e la qualità) delle vendite e di fornire un supporto alle gallerie partecipanti.Il premio Display per il migliore allestimento è stato conferito alle milanesi Officine Saffi e ArteA Gallery. Due menzioni speciali sono andate a Traffic Gallery di Bergamo e Artra di Milano. Tramite il Fondo acquisizioni Domus per l’arte moderna e contemporanea sono state acquistate opere di Gianni Bertini («Grip», 1965, Labs Gallery); Umberto Bignardi («Allergeni», 1962, Galleria Bianconi); Antonio Catelani («Assenze blu di Prussia», 2016, Rizzutogallery); Vanni Cuoghi («Saluti da Pietrasanta», 2016, Giuseppe Pero); Pamela Diamante («Armonia in una crisi di west», 2015, Rossmut); Aldo Grazzi («I colori degli alieni»,1993, Marignana Arte); Paolo Masi («Senza titolo», 1962, Frittelli Arte Contemporary); Ute Mueller («Untitled», 2012, Collicaligreggi); Gioberto Noro («Whitehead», 2016, Alberto Peola ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Daniela Vartolo