Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Il patrimonio di Bellini

Dopo tre secoli la «Trasfigurazione di Cristo» torna a Vicenza. Gli itinerari in città per i 500 anni della morte del pittore veneziano

La «Trasfigurazione di Cristo» di Giovanni Bellini, dipinta tra il 1478 e il 1479 per il Duomo di Vicenza e oggi conservata nel Museo di Capodimonte a Napoli

Vicenza. Dopo tre secoli, torna a Vicenza la «Trasfigurazione di Cristo» di Giovanni Bellini (Venezia, 1430-1516), dipinta tra il 1478 e il 1479 per il Duomo, ma rimossa nel 1613 per approdare alla collezione Farnese di Parma e, da lì, a Capodimonte, a Napoli. Durante l’occupazione napoleonica si verificarono anche ben due tentativi, sventati, di trasferire in Francia il capolavoro che, dall’8 ottobre al 26 febbraio, è esposto alle Gallerie d’Italia-Palazzo Leoni Montanari, sede espositiva di Intesa Sanpaolo a cui si deve l’iniziativa «Ospite illustre».
Con questo rientro si ricostituisce l’originale patrimonio vicentino di Bellini, nella ricorrenza dei 500 anni dalla sua scomparsa, che avrebbe dovuto sostanziarsi di molti itinerari, ma di cui questa iniziativa è uno dei pochi esempi concreti.
Nella Chiesa di Santa Corona è invece visibile il «Battesimo di Cristo», databile tra il 1500 e il 1502: una composizione caratterizzata dalla verticalità delle figure di Gesù, del simbolo della colomba e della figura del Padreterno nel contesto paesaggistico tipico dell’artista. Ricco di simbolismi, specie per il riferimento alle lapidi con scritte ebraiche, è anche il «Cristo Crocifisso in un cimitero ebraico», che appartiene alle collezione di Palazzo Thiene, sede della Banca Popolare di Vicenza, ma che per l’occasione è ospitato al Museo Civico di Palazzo Chiericati dove, per la cura del direttore scientifico Giovanni Federico Carlo Villa, è al centro di una mostra-dossier dedicata all’invenzione del paesaggio moderno e corredata da esempi di paesaggi architettonici, botanici (oltre trenta le specie rappresentate nei dipinti di Belini) e anatomici. L’iniziativa è contestuale alla riapertura dell’ala novecentesca del museo, nell’ambito di un complessivo recupero di Palazzo Chiericati, che dovrebbe concludersi entro il 2017.

Articoli correlati:
Vicenza, il palladiano Palazzo Chiericati riapre l'intera Ala Novecentesca


Tutti i Bellini del Veneto

Lidia Panzeri, da Il Giornale dell'Arte numero 368, ottobre 2016


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012