Vademecum per aspiranti collezionisti

Un utile volumetto di Chiara Zampetti Egidi illustra tutte le sfaccettature del mercato dell’arte, un mondo complesso e spesso opaco

Michela Moro |

«Quando i banchieri si ritrovano a cena, parlano di arte. Quando gli artisti si ritrovano a cena, parlano di soldi». L’aforisma di Oscar Wilde che apre Guida al Mercato dell’Arte Moderna e Contemporanea di Chiara Zampetti Egidi, edito da Skira, è accattivante, in parte veritiero e ben dispone alla lettura di un argomento che appassiona, benché pochi, esclusi gli addetti ai lavori, abbiano le idee veramente chiare in proposito.

Il volume affronta con molta buona volontà tutte le sfaccettature di un mondo spesso opaco e affollato di attori con ruoli diversi ma a volte sovrapposti e intercambiabili. Scritti in modo piano (l’autrice ha una base anglosassone che traspare anche nell’approccio diretto), i capitoli sono dedicati al mercato, ai prezzi, agli investimenti e anche alle ultime realtà come gli acquisti su internet.

La parte più interessante, per chi è già addentro al mercato, è la
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro