Matera, il Musma a una svolta

È il giorno dell'approvazione della legge regionale sui beni culturali che promuoverà il museo materano. Presto il bando per il direttore e un curatore

Anna Saba Didonato |

Matera. Si scaldano i motori per imprimere un nuovo corso al Musma (Museo della Scultura Contemporanea Matera), il progetto culturale della fondazione Zètema, nato nel 2006, che ha attraversato un periodo di difficoltà finanziarie. Difficoltà che non hanno ostacolato in alcun modo la vita del museo e la sua fruibilità. Solo nei mesi di aprile-maggio scorso sono state inaugurate due mostre, «Ortega a Matera» e «Artype», si sono svolti quattro  eventi («La Notte dei Musei» con 800 visitatori, «Educational Day», «Invasioni digitali», «Erratum musical») oltre a visite guidate e attività didattiche per le scuole e le famiglie.È prevista per oggi, 2 luglio, l’approvazione della legge regionale sui Beni culturali con la quale «si garantisce la promozione e la stabilizzazione del Musma e l’individuazione, tramite una rigorosa selezione pubblica, di un direttore e di un curatore del museo. Il bando sarà pronto, al più tardi, entro il mese di agosto», assicura l'avvocato Raffaello De Ruggieri, presidente di Zètema e, in qualità di primo cittadino di Matera, della Fondazione Matera-Basilicata 2019, che vanta una dotazione finanziaria pari a 36 milioni di euro.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anna Saba Didonato