Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Milano

Un duetto rigoroso, un quintetto fedele

In apparenza lontani per cultura e formazione (formato uno tra l’Italia e il Belgio, il secondo, coreano, di cultura nippo-coreana), Enrico Castellani (1934) e Lee Ufan (1936) sono accomunati dal rigore concettuale e linguistico, dall’essenzialità meditativa del «segno» e dall’attenzione alla modulazione della superficie pittorica, ottenuta dal primo con il ritmico alternarsi dei pieni e dei vuoti, dal secondo con l’apposizione sulla tela candida di pennellate sorvegliate e vibranti. A unirli è anche la lunga collaborazione con la galleria Lorenzelli, che fino al 16 luglio dedica loro la mostra «Surfaces et Corréspondences», ricca di 20 lavori di entrambi, come i grandiosi «Superficie bianca» di Castellani o le tele della serie «With Winds», 1991, di Lee Ufan. Curata da Matteo Lorenzelli e Federico Sardella, la rassegna mette in luce le affinità che legano i due autori e il rapporto intessuto da entrambi con l’osservatore. Realizzata in occasione di Expo e della Biennale di Venezia, che richiama ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ad.M., da Il Giornale dell'Arte numero 354, giugno 2015


Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012