Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni

La Riforma Franceschini

Non basta deciderla, va attuata

Il clima generale è di resistenza strisciante

A lenti passi, poco avvertibili all’esterno del Ministero, la «riforma» dei musei statali procede. Stabilita ad agosto 2014, varata a fine dicembre, ha iniziato il suo cammino con la nomina, lo scorso gennaio, del direttore generale Musei Ugo Soragni, che ha dato avvio alla formazione della nuova Direzione. Sempre a gennaio sono stati insediati i direttori dei diciassette Poli museali regionali per i quali, a marzo, è stato organizzato un primo seminario di formazione. Alla selezione pubblica bandita per individuare i venti direttori dei musei dotati di «autonomia speciale» hanno partecipato in più di 1.200 candidati (solo un’ottantina gli «stranieri»): troppi per finire i lavori della Commissione entro giugno e per questo la chiusura delle procedure concorsuali è slittata al 14 agosto. E dato che molti dirigenti del Ministero partecipano alla selezione, solo da settembre le strutture periferiche dei Segretariati regionali, delle Soprintendenze e dei Poli inizieranno ad avere un assetto meno provvisorio e meno confuso di adesso.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Daniele Jalla, da Il Giornale dell'Arte numero 354, giugno 2015


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012