Napoli, aperta la stazione Municipio della Metropolitana dell'Arte

Ad accogliere i viaggiatori negli spazi progettati da Siza e Souto de Mora una grande videoinstallazione dell'israeliana Michal Rovner

Olga Scotto di Vettimo |

Napoli. La stazione Municipio della Metropolitana di Napoli, inaugurata il 23 maggio e progettata dagli architetti portoghesi Alvaro Siza Viera ed Edoardo Souto de Moura, costituisce un altro felice episodio di opera pubblica che coniuga la funzione propria di un servizio con la possibilità di una fruizione costante e gratuita dell’arte contemporanea. Con la definizione di «museo obbligatorio», utilizzata sin dai primi momenti da Achille Bonito Oliva, curatore scientifico del progetto della Metropolitana dell’Arte, meglio si sintetizzano ruolo e compiti che la nuova metropolitana svolge: garantire al cittadino l’uso del trasporto pubblico e all’arte una fruibilità sociale diffusa, mescolandosi con l’architettura sin dalla fase progettuale.
La stazione, che in previsione sarà completata con la creazione di un parco archeologico esterno, grazie al ritrovamento di navi romane, banchine di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo