Un Fontana fucsia e cretti di Burri

Nell’asta milanese di arte moderna e contemporanea di Sotheby’s (20 e 21 maggio) anche opere di Castellani, Scheggi e Pistoletto

V.B. |

Milano. A caratterizzare la due giorni milanese di Sotheby’s (20 e 21 maggio) è un nutrito gruppo di opere di Lucio Fontana, datate dal 1940 ai primi anni Sessanta. Dei tre tagli in vendita, il più «antico» è un cinque tagli verde del 1961, 50x65 cm, proveniente da una collezione privata di Varese, stimato tra 600 e 800mila euro. È datato 1963 invece un tre tagli arancione (50x60 cm) valutato 500-700mila euro; stesse quotazioni per un taglio fucsia del 1964, proveniente dalla Galleria Pierre di Stoccolma. Un altro «Concetto spaziale» del 1961 (blu), con graffiti e olio su tela, ha valori compresi tra 450 e 650mila euro. Sempre di Fontana, il catalogo presenta alcune sculture, come «Combate Indio», una terracotta bianca e nera stimata 250-350mila euro; o come «Fondo marino», una ceramica smaltata e colorata del 1947 a 50-70mila; o infine, come un’altra terracotta bianca e nera del 1951
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di V.B.