Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Album di famiglia con pagine bianche

La vincitrice del Prix Carmignac, Newsha Tavakolian, espone a Parigi le foto dei giovani della classe media iraniana, ignorati dai mezzi di comunicazione

Un particolare della mostra di Newsha Tavakolian. Foto di Luana De Micco

Parigi. Ha composto il suo album di famiglia scegliendo nove giovani apparentemente ordinari di una classe media iraniana che in genere non interessa i media. Perché, dal loro punto di vista, non è abbastanza interessante: «E invece questi giovani spesso dimenticati rappresentano la grande maggioranza della persone. Mentre si parla sempre delle estremità, che esistono, certo, ma sono una minoranza». Lo scorso 12 maggio, la fotografa iraniana Newsha Tavakolian, vincitrice del Prix Carmignac per il fotogiornalismo, ha presentato ad un gruppo di giornalisti la sua mostra «Blank Pages of an Iranian Photo Album», che si tiene fino al 7 giugno. Siamo nella Chapelle des Beaux-Arts che presenta sullo sfondo una copia del Giudizio universale di Michelangelo.
Questa mostra ha rischiato per qualche tempo di non avere luogo. Alcuni mesi fa, infatti, la fotografa 33nne, che ha già lavorato in Siria e Iraq, aveva accusato il suo mecenate, Edouard Carmignac, fondatore del premio nel 2009, di interferire sul suo lavoro e di voler modificare il suo progetto originario.

Luana De Micco, edizione online, 15 maggio 2015

©RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Ritratto di Newsha Tavakolian. Foto © Fondation Carmignac
  • Newsha Tavakolian, Un ritratto di Somayyeh, insegnante di 32 anni divorziata
  • Un particolare della mostra di Newsha Tavakolian. Foto di Luana De Micco
  • Un particolare della mostra di Newsha Tavakolian. Foto di Luana De Micco
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012