Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Milano

Fotoastrazioni nel deserto

Courtesy Studio Guenzani Milano

In un’intervista con Hans Ulrich Obrist, l’artista fotografa Luisa Lambri ha rivelato che il suo interesse per l’architettura è nato quando si è imbattuta per la prima volta in un libro dell’architetto giapponese Kazujo Sejima. «La ragione per cui il lavoro di Sejima è tanto potente ed espressivo sta nel fatto che i suoi edifici sono in grado di parlare a tutti: la sua architettura innesca una riflessione sulla condizione umana». La Lambri, classe 1969, comasca di stanza a Los Angeles, è in effetti nota per le sue fotografie di architetture principalmente residenziali; le sue immagini, però, non tradiscono alcun intento documentaristico: più che rappresentare un edificio nella sua interezza, l’artista si concentra su dettagli e particolari, come finestre, porte, interstizi, tanto da produrre composizioni astratte, simili a superfici pittoriche, in cui la luce fa da protagonista. Non solo l’architettura ma anche l’arte visiva, in particolare la scultura, costituisce motivo d’ispirazione per Luisa Lambri: recente è la sua serie di fotografie dedicata a opere di artisti quali Lygia Clark e Donald Judd.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

F.Flo., da Il Giornale dell'Arte numero 353, maggio 2015


Ricerca


GDA febbraio 2020

Vernissage febbraio 2020

Il Giornale delle Mostre online febbraio 2020

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012