Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Reggio Emilia

Timidi mutanti

«Creature» di David alla Collezione Maramotti

Enrico David, «Untitled», 2013. © Enrico David. Courtesy Michael Werner Gallery, New York and London

Enrico David (1966), artista anconetano residente a Londra e Berlino, descrive i propri lavori come «dispersioni erranti del fluire inconscio». I suoi dipinti, disegni, sculture e installazioni sono abitati da figure esitanti, incerte, sul punto di svanire; opere, continua l’artista, «sull’orlo di non essere pronte a nascere». Una sua mostra personale alla Collezione Maramotti, dal 17 maggio al 18 ottobre, si compone di tre lavori: un grande dipinto e due sculture. Il primo, distaccato dal muro e sorretto da strutture metalliche verticali, rivela una figura, forse femminile, in procinto di emergere da una materia nebulosa. Esso fa da fondale a due opere scultoree antropomorfe: una, sospesa al soffitto tramite cavi, tradisce la forma di una testa inarcata all’indietro; l’altra, un altorilievo che s’innalza dal suolo, descrive una figura stretta in un reticolo da cui cerca di liberarsi. Entrambe le sculture sono rivestite in gesmonite, un materiale più duro del gesso ma facilmente levigabile, sperimentato recentemente dall’artista.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

F.Flo., da Il Giornale dell'Arte numero 353, maggio 2015


Ricerca


GDA febbraio 2020

Vernissage febbraio 2020

Il Giornale delle Mostre online febbraio 2020

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012