La Porta contesa

Ste.MI. |

Vi è una contesa sofferta, nella città che patisce la mancata ricostruzione del centro storico, intorno a Porta Barete (o porta di Lavareto): si polemizza intorno a questa costruzione di fine ’200-inizio ’300 eletta a «luogo del cuore» dal Fondo Ambiente Italiano (Fai) con ben 11.518 voti raccolti in tutto lo Stivale per liberarla da una sorta di soffocamento edilizio. Adiacente alla porta lungo le mura angioine, di fatto chiusa, c’era un condominio demolito per i danni subiti dal sisma del 2009; nel cantiere per ricostruirlo spuntano reperti archeologici tra cui una testa leonina di epoca romana. Il Comune vuole riedificare il palazzo più in là così da staccarlo dalle mura, dare respiro alla Porta e liberare la zona da edifici giudicati in conflitto con un piano di riqualificazione. Gli abitanti trattano ma non quelli del numero civico 207. In autunno l’ex direttore regionale ai beni
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Ste.MI.