ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Archeologia

Firenze. Giochi d’acqua e cascate, uno sflogorìo di marmi preziosi e colorati, rilucenti nel verde lussureggiante della macchia mediterranea. Doveva apparire così, come una fantastica visione, la villa romana, in seguito denominata “delle Grotte”, al navigante che, tra il I secolo a.C e il I secolo d.C, si avvicinava al promontorio affacciato sul golfo di Portoferraio. “Sicuramente la struttura archeologica più importante dell’isola dell’Elba” dice Lorella Alderighi, della Soprintendenza per i Beni archeologici della Toscana, che il 14 maggio terrà sulla villa e le sue vicissitudini, antiche e moderne, una conferenza, alle ore 17, presso il Museo archeologico di Firenze. Abbandonato già nella seconda metà del I secolo d.C., il sito, nel 1799, venne investito dal conflitto tra i Francesi e le forze antinapoleoniche; in quell’occasione, i muri perimetrali della villa furono abbattuti per posizionare una batteria militare. La villa delle Grotte, per anni chiusa al pubblico e abbandonata al degrado, è tornata a nuova ...

Laura Sudiro, edizione online, 28 aprile 2015

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012