Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fotografia

Milano

L’amore di Brassaï

Parigi, solo Parigi: di giorno e di notte, elegante e stracciona, città di innamorati e di belle-de-nuit, di monumenti grandiosi e di periferie delabré. L’intera opera di Brassaï (Gyula Halász, nato a Brasov in Transilvania nel 1899, morto a Èze in Provenza nel 1984) è una dichiarazione d’amore alla città che lo aveva abbagliato da bambino e dove sarebbe tornato, per restarci, nel 1924, una volta completati gli studi d’arte a Berlino. A Parigi Brassaï entra subito nella cerchia culturale più avanzata, frequenta Jacques Prévert e Robert Desnos, Henry Miller e Blaise Cendrars e nel 1932 stringe amicizia con Picasso, di cui fotografa l’intera opera scultorea per la rivista «Minotaure». Attraversa di notte la città in cerca di soggetti (allora) insoliti: prostitute, facchini delle Halles, passanti male in arnese, ma il contatto con il Surrealismo lo conduce a una nuova ricerca, suggerendogli un linguaggio fatto di realtà ordinarie decontestualizzate fino a modificarne percezione e significato. Questo e molto di più (260 le immagini) è l’oggetto della mostra «Brassaï.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ad.M., da Il Giornale dell'Arte numero 352, aprile 2015


Ricerca


GDA giugno 2019

Vernissage giugno 2019

Il Giornale delle Mostre online giugno 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Friuli giugno 2019

Vedere a Venezia maggio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012