Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Fotografare e ricostruire

In occasione del secondo anniversario dell’incendio doloso che ha distrutto Città della Scienza (cfr. n. 330, apr. ’13, p. 6) che è stato anche il primo museo scientifico interattivo italiano, la mostra «Messa a fuoco», curata da Alessandra Drioli e Giuliano Sergio e aperta fino al 31 maggio, si propone come testimonianza della potenza creativa dell’arte, capace di trasformare la vita e di offrire speranza e dignità per un futuro, che si spera prossimo, di ricostruzione culturale e civile dell’intera area di Bagnoli. Il racconto della distruzione si dispiega attraverso diverse sensibilità e linguaggi artistici: le fotografie di Mimmo Jodice prediligono composizioni claustrofobiche che mettono in evidenza le ferite delle macerie, mentre Antonio Biasiucci organizza i frammenti dall’interno di un polittico di grandi dimensioni (nella foto) affidandosi alla contrapposizione tra bianchi e neri per la restituzione della drammaticità della visione. Diversa ancora la scelta di Fabio Donato, che restituisce una dimensione più pittorica alla fotografia e, infine, quella di Raffaela Mariniello che sottolinea l’atmosfera surreale e inquietante di quei luoghi devastati.

...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Olga Scotto di Vettimo, da Il Giornale dell'Arte numero 352, aprile 2015

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012