Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Calvi dell’Umbria (Tr)

Il dono Chiomenti

Quando un privato dona opere alla cosa pubblica è, di norma, una buona notizia. Ancor più quando sceglie un piccolo paesino e paga eventuali restauri. Tra Terni e il Lazio, nel museo nell’ex convento delle Orsoline a Calvi dell’Umbria, alloggia dal 2012 gran parte della collezione dei romani Pasquale Chiomenti e Donata Chiomenti Vassalli donata al Comune dai figli e che annovera dipinti di Brueghel il Giovane, Vouet, Batoni, Furini, Guido Reni. Dopo una breve chiusura, il museo si è appena irrobustito con nuovi regali da casa Chiomenti. «Tra le opere citerei una veduta romana di Gaspar van Wittel, credo da restaurare, un ritratto di Scipione Borghese attribuito a Lavinia Fontana, uno ovale di Clemente IX Rospigliosi assegnato al Baciccio», spiega Federica Zalabra che ha seguito ogni passaggio per la Soprintendenza ai beni artistici e collabora anche ora che è all’Istituto superiore per la conservazione e il restauro. «La raccolta adesso è completa.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ste.Mi., da Il Giornale dell'Arte numero 352, aprile 2015


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012