Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Firenze

Agnetti va preso in parola

Alla complessa figura di Vincenzo Agnetti (Milano, 1926-81), artista, scrittore e teorico, la cui carriera si concentra tra il 1967 e il 1981, è dedicata una mostra alla galleria Il Ponte. Intitolata «Vincenzo Agnetti. Testimonianza» e aperta dal 27 marzo al 26 giugno, è curata da Bruno Corà. La non facile scelta delle opere, dati i molteplici interessi dell’artista, riesce a riassumere il rigore e la poeticità inquieta della sua ricerca. Agnetti si mantenne esterno a qualsiasi movimento, concentrandosi sul linguaggio, il tempo, la comunicazione e la critica politica e sociale, sebbene verso la fine degli anni ’70 lasci emergere un’anima più lirica. Dopo gli esordi vicini all’Informale alla fine degli anni ’50 e la collaborazione con il gruppo milanese Azimuth, Agnetti, viaggiatore tra Argentina, New York e Italia, formula il rifiuto di dipingere attraverso il cosiddetto «liquidazionismo» o «arte no». Nella seconda metà degli anni ’70 le sue indagini si compiono tramite diversi media: feltro (nella foto, «Dimenticato a memoria»), bachelite, fotografia, testi a stampa, registrazioni vocali e performance.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

L.L., da Il Giornale dell'Arte numero 351, marzo 2015



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012