Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Firenze

Agnetti va preso in parola

Alla complessa figura di Vincenzo Agnetti (Milano, 1926-81), artista, scrittore e teorico, la cui carriera si concentra tra il 1967 e il 1981, è dedicata una mostra alla galleria Il Ponte. Intitolata «Vincenzo Agnetti. Testimonianza» e aperta dal 27 marzo al 26 giugno, è curata da Bruno Corà. La non facile scelta delle opere, dati i molteplici interessi dell’artista, riesce a riassumere il rigore e la poeticità inquieta della sua ricerca. Agnetti si mantenne esterno a qualsiasi movimento, concentrandosi sul linguaggio, il tempo, la comunicazione e la critica politica e sociale, sebbene verso la fine degli anni ’70 lasci emergere un’anima più lirica. Dopo gli esordi vicini all’Informale alla fine degli anni ’50 e la collaborazione con il gruppo milanese Azimuth, Agnetti, viaggiatore tra Argentina, New York e Italia, formula il rifiuto di dipingere attraverso il cosiddetto «liquidazionismo» o «arte no». Nella seconda metà degli anni ’70 le sue indagini si compiono tramite diversi media: feltro (nella foto, «Dimenticato a memoria»), bachelite, fotografia, testi a stampa, registrazioni vocali e performance.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

L.L., da Il Giornale dell'Arte numero 351, marzo 2015


Ricerca


GDA novembre 2019

Vernissage novembre 2019

Il Giornale delle Mostre online novembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Torino 2019

Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012