Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Vienna

Ritorno alla grafica

Quando nel 2003 il Museo Albertina riaprì i battenti dopo un radicale restauro, il direttore Klaus Albrecht Schröder presentò al pubblico non solo un edificio finalmente rischiarato e accogliente, ma annunciò di voler aprire lo stretto sentiero della grafica con mostre che pur partendo da disegni, litografie, incisioni, acquerelli, si ampliassero a comprendere anche la restante produzione di un certo artista, così da consentire proficui sguardi di insieme. I dati di affluenza (700mila visitatori all’anno) e la capacità espositiva della squadra di Schröder, declinata in molte iniziative parallele, gli hanno dato ragione. Ora tuttavia l’Albertina torna alla sua vocazione primigenia di eccelsa collezione di grafica, e dedica in permanenza a questo genere circa 450 mq di sale espositive: le nuove «Tietze Galleries» al secondo piano del palazzo. «Non è affatto un improvviso ritorno alle origini, spiega Schröder: negli ultimi dieci anni abbiamo organizzato grandi mostre di Michelangelo e Rubens, Rembrandt, Rudolf von Alt o Schiele, e abbiamo fatto per la grafica più di qualsiasi altro museo.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Flavia Foradini, da Il Giornale dell'Arte numero 351, marzo 2015


Ricerca


GDA giugno 2019

Vernissage giugno 2019

Il Giornale delle Mostre online giugno 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Friuli giugno 2019

Vedere a Venezia maggio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012