Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vernissage

Libri

L’estetica dei dittatori per l’estasi dei popoli

Una panoramica per immagini sull’arte di regime in Europa nella prima metà del XX secolo mette in luce affinità e differenze tra Italia, Russia e Germania

il Salotto del führer a Monaco dell’architetto Leonhard Gall con il dipinto  «I quattro elementi» (1937) di Adolf Ziegler

I n più occasioni, a partire del pamphlet La responsabilità dell’artista, pubblicato da Allemandi nel 1998, Jean Clair ha rilevato inquietanti affinità tra il programma totalizzante delle avanguardie storiche e i totalitarismi europei della prima metà del ’900. Fra i tratti in comune, secondo lo storico dell’arte francese, l’irrazionalismo, la violenza, l’antiumanesimo e, spesso, il disprezzo per la cultura. È un’ambiguità dalla quale conviene partire per interpretare il ruolo degli artisti sotto i regimi fascista, nazista e comunista. Talora, più che di connivenza, si tratta di corrispondenza tra visioni estetiche coincidenti. Lo si vede soprattutto in Italia, e segnatamente nell’architettura, alla luce della convergenza tra classicismo e modernismo: «Sarebbe (...) riduttivo, sul piano critico, ricondurre al condizionamento ideologico il filone più classicista dell’architettura del ventennio espresso da Marcello Piacentini, Giovanni Muzio, Emilio Lancia, Enrico Del Debbio, Tomaso Buzzi e Giò Ponti, che perseguono la via innovativa della tradizione».
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Franco Fanelli , da Il Giornale dell'Arte numero 350, febbraio 2015


  • Progetto  per la casa madre del Balilla in prossimità del Foro Mussolini (1932-33) di Enrico Del Debbio
  •  progetto per il Palazzo  dei Soviet a Mosca (1933-35) di Vladimir Gelfreikh, Boris Iofan e Vladimir Shchuko

GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012