Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vernissage

«La restituzione alla Germania non è affare da storici dell’arte»

Vittoria Markova (nella foto) è conservatrice della sezione di pittura italiana del Museo Pushkin di Mosca. I suoi contributi alla storia dell’arte italiana spaziano dal ritrovamento di dipinti barocchi nei musei sovietici (con la scoperta della figura di Tommaso Salini), a dipinti «poco noti o trascurati» di Tiziano, come una versione della «Venere e Adone» del Prado.
Dottoressa Markova, leggo nel suo testo introduttivo che il catalogo è stato completato nel 2012. Perché avete atteso due anni per pubblicarlo?
Sì, il catalogo era già pronto per essere mandato in stampa, ma la direzione del museo di allora aveva preso la decisione di non farlo.
Non pensate che l’ammissione del possesso di queste opere possa far nascere in Germania la richiesta di restituzione?
Le cose andranno come devono andare. I musei e gli specialisti che vi lavorano devono svolgere il loro lavoro professionale, vale a dire studiare le opere che si trovano sotto la loro responsabilità e fare di tutto perché possano essere conosciute e pubblicate.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

M. Ri. , da Il Giornale dell'Arte numero 350, febbraio 2015


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012