GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Giochi di specchi e trattati fotografici

Al Jeu de Paume due americane tra storia e attualità: Florence Henri e Taryn Simon

Parigi. Il 24 febbraio lo Jeu de Paume inaugura due mostre dedicate rispettivamente a Florence Henri e Taryn Simon (fino al 17 maggio). «Miroir des avant-gardes, 1927-1940» offre un’ampia panoramica sull’opera fotografica della Henri, nata a New York nel 1893 e cresciuta in Europa, dove è morta nel 1982. In esposizione autoritratti e ritratti, composizioni astratte, fotomontaggi, nudi, per la maggior parte in stampe originali.
Come ha scritto di lei László Moholy-Nagy, uno dei suoi maestri al Bauhaus, «con Florence Henri, la pratica della fotografia approda a una nuova fase la cui ampiezza sarebbe stata inimmaginabile prima d’ora». Dopo lo studio della musica e della pittura, alla quale tornerà più tardi, la frequentazione delle avanguardie europee e dei loro esponenti la porta a un utilizzo quasi esclusivo dell’obiettivo, in un linguaggio che passa tra Costruttivismo e Surrealismo, tra geometrie e giochi di specchi, enigma e invenzione.
Statunitense, nata nel 1975, Taryn Simon si muove su un terreno che lei stessa definisce per il 90 per cento non fotografico.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

C.Co., da Il Giornale dell'Arte numero 350, febbraio 2015

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012