Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Saggi

L’arte in onda

Oggetto di divulgazione e uso creativo: Grasso e Trione raccontano i rapporti con la tv

Nei confronti dell’arte la televisione negli anni del monopolio ha assunto posizioni diverse. Essendo l’emanazione di centri di potere istituzionale, partitico e mediale che storicamente hanno sempre tenuto in poco conto la cultura, la sua attenzione verso l’arte in generale e in particolare quella di ricerca è stata limitata, con qualche sporadico maldestro tentativo di divulgarla. L’arte e la sua storia sono comunicate con un linguaggio aulico, pedissequamente imitatore della critica del tempo, in trasmissioni, fatte salve alcune eccezioni di pregio, destinate a un pubblico ristretto. Tale situazione si protrae sino alla società del consumismo spettacolare che inizia negli anni Ottanta e si sviluppa con la prolificazione prima dei canali poi delle emittenti, sino a giungere alla televisione di oggi sempre più indirizzata a un rapporto interattivo con il pubblico, a una selezione tematica dei programmi, alla tendenza a creare zone di scambio con l’universo virtuale.
Riguardo all’arte le questioni aperte e i problemi teorici che si pongono si concentrano sia su un utilizzo del mezzo che potremmo definire funzionale, sia sulla televisione come medium in sé.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Massimo Melotti, da Il Giornale dell'Arte numero 350, febbraio 2015


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012