Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Saggi

L’arte in onda

Oggetto di divulgazione e uso creativo: Grasso e Trione raccontano i rapporti con la tv

Nei confronti dell’arte la televisione negli anni del monopolio ha assunto posizioni diverse. Essendo l’emanazione di centri di potere istituzionale, partitico e mediale che storicamente hanno sempre tenuto in poco conto la cultura, la sua attenzione verso l’arte in generale e in particolare quella di ricerca è stata limitata, con qualche sporadico maldestro tentativo di divulgarla. L’arte e la sua storia sono comunicate con un linguaggio aulico, pedissequamente imitatore della critica del tempo, in trasmissioni, fatte salve alcune eccezioni di pregio, destinate a un pubblico ristretto. Tale situazione si protrae sino alla società del consumismo spettacolare che inizia negli anni Ottanta e si sviluppa con la prolificazione prima dei canali poi delle emittenti, sino a giungere alla televisione di oggi sempre più indirizzata a un rapporto interattivo con il pubblico, a una selezione tematica dei programmi, alla tendenza a creare zone di scambio con l’universo virtuale.
Riguardo all’arte le questioni aperte e i problemi teorici che si pongono si concentrano sia su un utilizzo del mezzo che potremmo definire funzionale, sia sulla televisione come medium in sé.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Massimo Melotti, da Il Giornale dell'Arte numero 350, febbraio 2015


Ricerca


GDA settembre 2019

Vernissage settembre 2019

Il Giornale delle Mostre online settembre 2019

Ministero settembre 2019

Guida alla Biennale di Firenze settembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012