Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Editoriale

Caviale e caimani

«Sono stanca delle decisioni sulla mia carriera, dei vernissage nei musei e nelle gallerie, delle cene senza fine...»: è il lamento dell’artista stressata pronunciato da Marina Abramovic mentre mangia una cipolla cruda in un video esposto in questi giorni al Mucem di Marsiglia nella mostra «Food» (cfr. il servizio in questo numero di «Vernissage»). «Eppure, sembra voler dire l’autrice con quell’autolesionistico pasto, è ciò che mi tocca mandar giù se voglio fare il mio mestiere, costretto tra mille ipocrisie, cinismi e obblighi sociali». Se il messaggio è questo (e trattenendo ogni considerazione tipica di quando un benestante privilegiato e fortunato ha la faccia tosta di lamentarsi per gli inconvenienti del suo lavoro, ammesso che di inconvenienti si tratti), il video dimostra ancora più dei suoi quasi vent’anni d’età. Appartiene a un’altra, ormai remota epoca che ancora recava le tracce del mito romantico, magari dell’artista-albatro di Baudelaire, l’uccello dotato di un volo possente ma miseramente sgraziato quand’è costretto a scendere a terra: catturato dai marinai, ne subisce le angherie e gli scherni.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Franco Fanelli, da Il Giornale dell'Arte numero 349, gennaio 2015


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012