Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Restauro

Modena

Già Wiligelmo riciclava

Concluso il restauro del Duomo romanico

Il Duomo di Modena dal lato delle absidi

Si è concluso dopo otto anni di lavori il restauro del paramento lapideo e delle decorazioni esterne del Duomo romanico, affidato dalla Direzione regionale del Mibact e dall’Arcidiocesi di Modena-Nonantola alla Candini Arte di Castelfranco Emilia (Mo). L’intervento, iniziato a fine 2006 dopo  una caduta di materiali dalla facciata, è stato finanziato da vari soggetti: Fondazione Cassa di Risparmio di Modena (2,75 milioni di euro), UniCredit Spa (950mila euro) e Mibact (860mila euro). Il Comune di Modena, infine, ha contribuito con 550mila euro al sito Unesco di cui a breve sarà approvato un regolamento di gestione. «A suo tempo ci siamo accorti, spiega il direttore regionale Carla Di Francesco, che la situazione del Duomo non era buona e siamo intervenuti subito. All’intervento specialistico di conservazione del paramento lapideo, degli elementi di architettura e delle diverse parti degradate si sono accompagnate diverse fasi di rilievo, indagine e studio sui materiali, sulle tecniche costruttive, ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Stefano Luppi, da Il Giornale dell'Arte numero 349, gennaio 2015


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012