Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Parigi

Vuitton fa rima con Eliasson

Parigi e Venezia. La Fondation Louis Vuitton di Parigi, che ha aperto lo scorso ottobre in un edificio ultra moderno disegnato dall’architetto canadese Frank Ghery, fino al 16 febbraio propone la sua prima mostra temporanea, dal titolo «Contact», dedicata al «maestro della luce» Olafur Eliasson (Copenaghen, 1967). L’artista danese di origini islandesi ha già realizzato per la Fondation Vuitton l’installazione «Inside the Horizon», una serie di colonne rivestite di specchi e di mosaici. Ancora una volta Eliasson gioca con le luci, le ombre e i riflessi, sospendendo nella sala del pianterreno una scultura a forma di sfera dalle molteplici facce geometriche che catturano e riflettono i raggi del sole, creando effetti diversi in funzione dell’ora del giorno. Ai piani superiori viene proposta una nuova lettura della collezione, centrata su una quindicina di artisti internazionali. Il nuovo allestimento si articola secondo «due registri che mescolano le generazioni, le culture e i metodi ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Luana De Micco e Lidia Panzeri, da Il Giornale dell'Arte numero 349, gennaio 2015


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012