Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Milano

Il mito è un gioco

Maraniello alla Fondazione Marconi

Giuseppe Maraniello, «Vasi comunicanti», 1993. Courtesy Fondazione Marconi

A trent’anni dall’ultima mostra nell’allora Studio Marconi, Giuseppe Maraniello (Napoli, 1945; dal 1971 vive e lavora a Milano) torna dal 16 gennaio al 28 febbraio in quegli stessi spazi, ora sede della Fondazione Marconi, con l’antologica «Attratti», che rilegge il suo cammino dalla fine degli anni Settanta a oggi. Un cammino singolare, il suo, perché, partito da una pratica sperimentale fondata sull’uso della fotografia e del video, ben presto Maraniello inverte la rotta e torna su linguaggi più tradizionali della storia dell’arte come la pittura e la scultura. Di quella prima stagione, vissuta nella temperie dell’Arte povera, gli resterà però in eredità la libertà espressiva, che lo indurrà a esplorare forme archetipe e miti ancestrali, da lui tradotti nel vocabolario della contemporaneità. Ma arcaico (o talora classico) e contemporaneo non rappresentano che una delle dicotomie di cui si nutre il suo linguaggio, che allo stesso modo oscilla tra pittura e scultura, maschile e femminile, colore e forma, superficie e volume, racconto e astrazione, equilibrio saldo ed equilibrio precario.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 349, gennaio 2015


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012